Un alias per nascondersi dall'ordine di cattura. Arrestato dai carabinieri

Albanese 32enne era ricercato in quanto doveva scontare una condanna di oltre un anno poichè riconosciuto definitivamente colpevole di tre condanne per spaccio stupefacenti e per falsità materiale commessa da privato

Girava tranquillamente per le vie di Santarcangelo, nascondendosi sotto un falso nome, il 32enne albanese individuato lunedì mattina e arrestato dai carabinieri. I militari lo hanno fermato durante un controllo nel centro cittadino e, privo di documenti, ha fornito un nome falso. Poi a seguito di un più accurato controllo attraverso la banca dati delle forze dell'ordine è emerso che sullo straniero pendeva un’ordinanza di cattura emessa dall’Ufficio esecuzioni Penali della Procura Generale di Catanzaro.

L’uomo residente, a Todi, era ricercato poiché era stato condannato alla pena definitiva di oltre un anno di carcere poiché riconosciuto definitivamente colpevole di tre condanne per spaccio stupefacenti e per falsità materiale commessa da privato.  Pensava di farla franca nella tranquilla cittadina romagnola, infatti è finito ai Casetti di Rimini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento