Un neo 18enne l'accoltellatore delle Befane, operato il ferito

Il ragazzino si è costituito in Questura nel pomeriggio di lunedì, il 22enne marocchino in sala operatoria per le lesioni riportate

Si è costituito nel tardo pomeriggio di lunedì, presentandosi spontaneamente in Questura a Rimini, l'accoltellatore del centro commerciale "Le Befane". L'autore del fendente, che ha raggiunto al polmone un 22enne marocchino, è un neo 18enne nomade di origini romene. Il ragazzino, già identificato dal personale della polizia di Stato e braccato dalle forze dell'ordine, avrebbe ammesso gli addebiti ed è stato denunciato a piede libero per lesioni aggravate in concorso e porto di strumenti atti ad offendere. Il ferito, intanto, è stato operato all'Infermi di Rimini per le lesioni riportate. Gli inquirenti della polizia di Stato, nella notte tra lunedì e martedì, hanno ricostruito con esattezza le dinamiche della feroce rissa che si è verificata verso le 23 al centro commerciale "Le Befane" di Rimini. A scatenare il tafferuglio, al quale ha partecipato una decina di persone, ci sarebbe stata una banale questione di precedenza alle casse. Secondo quanto emerso, erano due i gruppi che si sono affrontati: uno composto da operai e l'altro da nomadi italiani. Ad accendere la miccia, davanti al fast food, due giovani che stavano facendo la fila. Uno dei nomadi, pare per la fretta di accedere alle sale del cinema, avrebbe saltato la coda provocando le rimostranze di un operaio. Ne è nato un battibecco che si è fatto più animato quando, all'improvviso, l'aggressore ha spinto a terra l'uomo e preso a male parole una ragazza che si trovava con lui.

La vittima, dopo essersi rialzata, è uscita dal centro commerciale per chiedere aiuto agli amici che si trovavano all'ingresso. Il gruppo di operai è quindi rientrato per chiedere conto ai nomadi di quanto accaduto ed è scoppiato il putiferio. Uno degli aggressori ha estratto un coltello e, nel tirare un fendente, ha colpito un 22enne di origini marocchine che faceva parte del primo gruppo. La lama ha raggiunto il giovane a un polmone mentre dal centro commerciale è scattato l'allarme che ha fatto accorrere sul posto quattro Volanti della polizia di Stato e l'ambulanza del 118. Tra il gruppo dei nomadi è scattato il fuggi fuggi generale ma, uno dei componenti della banda anche lui rimasto lievemente ferito, è stato bloccato nell'immediatezza dagli agenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre entrambi i feriti sono stati portati al pronto soccorso per le cure del caso, il personale della polizia di Stato è riuscito a ricostruire l'intera vicenda grazie, anche, ai video delle telecamere a circuito chiuso che sorvegliano la zona. Il 22enne ferito dalla coltellata non sarebbe in pericolo di vita mentre il ragazzo del gruppo dei nomadi, un 36enne italiano, è stato denunciato a piede libero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento