rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Un nuovo servizio per collegare il Piemonte alla Romagna via treno nei weekend

Quattro in totale le corse - due il sabato e due la domenica – che saranno presto in vendita nei week end dal 18 giugno all’11 settembre

Destinazione mare, in modo sostenibile, sicuro e veloce. Dal Piemonte alle spiagge della Riviera Romagnola con arrivo prima dell’ora di pranzo e rientro in serata. Parte dal 18 giugno il nuovo servizio di Trenitalia-Tper, sostenuto dalle Regioni Emilia-Romagna e Piemonte, che collegherà Torino, Asti, Alessandria e Voghera al litorale romagnolo grazie a un nuovissimo treno Rock da 600 posti a sedere, con orari di partenza e tempi di viaggio studiati per sfruttare al massimo ogni giorno di vacanza.

Quattro in totale le corse - due il sabato e due la domenica – che saranno presto in vendita nei week end dal 18 giugno all’11 settembre (con la sola esclusione del 13 e 14 agosto per lavori sulla linea) e che collegheranno le città piemontesi a Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica. Partenza da Torino alle 6.20, nessuna fermata intermedia fra Piacenza e Bologna né fra Bologna e Rimini, arrivo in Romagna prima dell’ora di pranzo e destinazione finale Pesaro. Rientri programmati dopo le ore 16, con arrivo a Torino attorno alle 21.

“Puntiamo, anche con questo nuovo servizio, a una vacanza di prossimità formato famiglia e per i giovani che dalle grandi città piemontesi e per tutta la stagione estiva potranno raggiungere e scoprire in modo rapido, comodo e sostenibile le spiagge della Costa Romagnola, sfruttando al massimo il fine settimana o la giornata al mare - afferma l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini -. Insieme al collega della Regione Piemonte, Marco Gabusi, abbiamo voluto offrire uno strumento in più per chi vorrà muoversi in tranquillità e sicurezza in un periodo ancora incerto tra venti di guerra e circolazione del virus. E non solo. Stiamo lavorando a un progetto ‘gourmet’ autunnale per permettere ai cittadini emiliano-romagnoli di raggiungere le zone piemontesi rinomate per il tartufo e avvicinare ancora di più le nostre regioni in chiave turistica”. 

I regionali del mare

Ciascuno dei nuovi collegamenti fra il Piemonte e la Romagna potrà contare su 600 posti a sedere e maggiore comfort di bordo, nonché su servizi aggiuntivi quali aree bagagli, più posti per le bici al seguito, postazioni di ricarica per quelle elettriche, prese elettriche e usb al posto e sistemi di sorveglianza live.  Viaggiare sul Rock sarà anche più sostenibile, grazie ai consumi ridotti del 30% rispetto a un treno di precedente generazione. 

Inoltre, i turisti che arriveranno in riviera in treno e che vorranno andare alla scoperta del territorio potranno usufruire di Rail Smart Pass, il titolo di viaggio valido 3 o 7 giorni per viaggiare senza limiti sull’intera rete bus di Start Romagna - compreso il Metromare - e sui treni regionali di Trenitalia Tper lungo le tratte Cattolica – Rimini – Ravenna, Rimini – Faenza – Castel Bolognese, Castel Bolognese – Lugo – Ravenna e Faenza – Russi – Ravenna.

I nuovi servizi, pianificati insieme alle Regioni Emilia-Romagna e Piemonte, saranno effettuati da Trenitalia Tper, la società - 70% Trenitalia 30% Tper - che da gennaio 2020 gestisce il trasporto ferroviario regionale in Emilia-Romagna, in cooperazione con la Direzione regionale Piemonte di Trenitalia. Con l’arrivo a partire da giugno di altri quattro treni Rock, saliranno a 116 i nuovi convogli (43 Rock doppio piano 47 Pop e 26 ETR350 mono piano) che caratterizzano la flotta di Trenitalia Tper.

"È una buona notizia, il debutto dei treni del Mare Piemonte/ Rimini-Pesaro che si affiancano ad altri treni del mare importanti come la Freccia Orobica Bergamo/Pesaro e l’ Eurocity Monaco/Rimini, ma pensiamo che occorra andare avanti sempre di più nell’incrementare queste corse e realizzare anche il prolungamento del treno EuroCity Zurigo/Bologna, anche nei mesi estivi su Rimini, proposto nel nostro documento “Rimini ad altra velocità” - commentano dal Dipartimento trasporti dei Giovani Democratici della provincia di Rimini - Una notizia importante e positiva, che vede questo collegamento affiancarsi ai consolidati treni del mare come il Monaco/ Rimini per i turisti dai mercati tedeschi o la Freccia Orobica, che collega Bergamo e Brescia alla costa Romagnola nei mesi estivi. Al contempo, cogliamo la notizia per rilanciare la nostra proposta presente nel nostro documento “Rimini ad altra velocità”, consegnato alle istituzioni territoriali, di un altro convoglio del mare da poter portare avanti, ovvero il prolungamento del treno Eurocity operato da SBB tra Zurigo e Bologna sino a Rimini nei mesi estivi. Infatti, riteniamo, che anche questo collegamento  sia fondamentale nell’ accrescere la transizione ecologica con l’uso del mezzo collettivo e creare opportunità economiche nel nostro territorio, grazie a un convoglio ferroviario verso mercati consolidati, come quello lombardo e interessanti, come quello svizzero. Infatti, il treno Zurigo/ Bologna effettua ad oggi fermate nel suo itinerario a: Milano, Monza e Como, oltre che in un mercato turistico con importanti opportunità come quello svizzero, che può sempre più incrementare nelle presenze nel nostro territorio e favorire così un turismo di prossimità, grazie al mezzo ferroviario sicuro e veloce".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo servizio per collegare il Piemonte alla Romagna via treno nei weekend

RiminiToday è in caricamento