menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Un Pozzo di Scienza”, il progetto di Hera entra nelle scuole

I primi due workshop, in programma mercoledì mattina al Liceo Scientifico Serpieri e all’Istituto Tecnico Belluzzi, consentiranno a ricercatori ed esperti ambientali di affrontare due differenti temi

Incontri, mostre, laboratori e iniziative ludico-culturali. È anche questo “Un Pozzo di Scienza”, il progetto di Hera per la divulgazione scientifica negli istituti superiori, quest’anno tutto dedicato all’approfondimento del tema smart city e creatività scientifica. Assieme a docenti, ricercatori, progettisti e tecnici della multiutility i ragazzi scopriranno come una città possa diventare più intelligente, migliorando la qualità della vita dei cittadini, consumando meno risorse e preservando l’ambiente.

I primi due workshop, in programma mercoledì mattina al Liceo Scientifico Serpieri e all’Istituto Tecnico Belluzzi, consentiranno a ricercatori ed esperti ambientali di affrontare due differenti temi: “Come elaborare un piano energetico sostenibile” e “Trash energy: energia dai rifiuti”. Per l’occasione sulla cattedra saliranno due docenti illustri: il prof. Michele Pinelli, Docente presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara, e Mirko Morini, ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale all’Università di Parma.

A Rimini 3 istituti superiori e oltre 520 studenti coinvolti in 3 giornate - Il Pozzo di Scienza ‘Be Smart! Città intelligenti e creatività scientifica’ partito oggi a Rimini si concluderà venerdì 7 marzo. In sole tre giornate coinvolgerà oltre 520 studenti di 3 differenti scuole: Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “A. Serpieri”; Istituto Tecnico Industriale Statale “L. da Vinci” e l’Istituto Tecnico Statale “O. Belluzzi”.

I ragazzi potranno partecipare a incontri-gioco, laboratori interattivi, mostre multimediali, escursioni sul territorio, un click-day e una maratona fotografica finale. Complessivamente, sull’intero territorio servito da Hera in Emilia-Romagna, saranno 44 gli istituti superiori coinvolti per 520 classi e oltre 10.000 studenti. Una trentina di esperti si alternerà durante i 260 laboratori previsti per un totale di 110 incontri, 3 multivisioni e 4 visite a diversi impianti del Gruppo Hera.

Il coinvolgimento dei ragazzi di Rimini per definire la smart city ideale

Il concetto di  smart city sarà il fil rouge delle iniziative organizzate in collaborazione con ComunicaMente, Science Centre Immaginario Scientifico di Trieste e i Docenti del Dipartimento di Ingegneria ENDIF dell’Università di Ferrara. Gli appuntamenti itineranti di divulgazione scientifica sono quest’anno un’occasione per esplorare il ruolo della ricerca e della creatività scientifica nello sviluppo delle smart city, un connubio vincente per affrontare la sfida della globalizzazione e i nuovi bisogni di un mondo in costante cambiamento. Assieme ai ragazzi, ricercatori e docenti universitari, esperti e professionisti parleranno di come gestire le risorse, innovare in campo energetico, muoversi con intelligenza, ma anche di come la creatività possa contribuire a uno sviluppo intelligente; inoltre gli studenti verranno coinvolti in laboratori e incontri-gioco per sperimentare nuovi orizzonti smart su Tecnologia, Chimica, Energia e Ambiente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento