Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Cattolica

Un “sorso” di Cattolica ad Ardesio DiVino. Prosegue l'amicizia tra palazzo Mancini e la val Seriana

Il mare cattolichino incontra la montagna nel weekend del 6-7 agosto. Ben 3mila tovagliette racconteranno la Regina dell’Adriatico all’evento enogastronomico organizzato nel comune bergamasco

La “Regina dell’Adriatico” sarà presente alla 18esima edizione dell’evento enogastronomico “Ardesio DiVino” che si svolgerà nel comune bergamasco questo fine settimana, del 6 e 7 agosto. Si tratta della concreta prosecuzione dei rapporti di amicizia che dall’estate del 2020 vanno avanti tra i due Comuni. In particolare, tra le ultime iniziative frutto di questa collaborazione, lo scorso maggio una delegazione seriana ha preso parte al “Wein Tour” facendo conoscere ai turisti e alle migliaia di partecipanti della rassegna cattolichina le proposte di pacchetti per un soggiorno in Val Seriana e Val di Scalve, in autunno e in inverno, e lo stesso appuntamento di Ardesio DiVino.

PROMOZIONE IN VAL SERIANA. A parti inverse, adesso, ad Ardesio arrivano aziende del territorio con i loro prodotti tipici e brochure turistiche di Cattolica e dell’Aquario per “conquistare” le migliaia di partecipanti, provenienti da tutta Italia, all’evento del comune lombardo. Ma non solo, per l’occasione sono state stampate ben 3mila tovagliette che riproducono le “bellezze” cattolichine e riportano le informazioni più significative della città. La loro realizzazione è stata possibile grazie al contributo del “Consorzio le Sirene Cattolica”. Non poteva mancare la piada, prodotto per eccellenza, ed il Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola IGP ha fornito mille piade che potranno essere degustate insieme alle altre proposte gastronomiche dell’evento.

UNA VETRINA PER LA PROSSIMA ESTATE. “Raccontare e proporre Cattolica ad Ardesio DiVino – spiega il Vicesindaco ed Assessore al Turismo Alessandro Belluzzi – rappresenta una importante vetrina promozionale per proiettarci già nella prossima stagione estiva. Lo facciamo attraverso immagini suggestive che saranno sotto gli occhi di tutti i partecipanti, grazie alle tovagliette che verranno distribuite. Lo facciamo anche con i nostri prodotti tipici e con la piadina che si inserirà a pieno in un contesto di esaltazione della migliore enogastronomia. Di questa opportunità siamo riconoscenti all’Amministrazione di Ardesio, la Pro Loco e Vivi Ardesio che organizzano l’evento. La nostra presenza a questo appuntamento è la conferma della volontà di rafforzare i legami di amicizia tra le due città. Tutto questo è frutto di una grande sinergia e per questo colgo l’occasione di ringraziare i chioschisti del Consorzio le Sirene, che hanno pagato la stampa delle tovagliette, ed il Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina, per aver donato mille piade. Avremo modo, a fine estate, di ritornare a sederci attorno ad un tavolo con tutti gli attori economici che operano nel campo turistico per iniziare a ragionare sulle strategie da mettere in campo insieme per l’anno venturo”.

ARDESIO DIVINO. Saranno 70 i produttori presenti tra le vie, le piazze ed i cortili di Ardesio, di cui 53 vignaioli provenienti da ben 14 regioni italiane oltre a Slovenia e Francia (Champagne) e 17 artigiani del gusto ovvero produttori di prodotti tipici (salumi, formaggi, olio extravergine di oliva, miele, zafferano, birra e molti altri). Tantissimi gli appuntamenti in programma, un ricco calendario tra sapori, musica ed intrattenimento oltre alla possibilità di degustare, assaggiare e acquistare vini e prodotti tipici presso gli stand dei produttori passeggiando nel borgo, chiacchierando con produttori e partecipanti con il calice in mano. La rassegna, che ogni anno attira migliaia di persone, è organizzata dalla Pro Loco Ardesio con il sostegno dell’Amministrazione e la collaborazione di Paolo Tegoni, enogastronomo e docente di cultura del vino all’Università di Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un “sorso” di Cattolica ad Ardesio DiVino. Prosegue l'amicizia tra palazzo Mancini e la val Seriana
RiminiToday è in caricamento