Una bella iniziativa di solidarietà da parte dei residenti di Viserba

Una serata musicale il cui incasso sarà devoluto alla ristrutturazione dell’appartamento della concittadina Manuela Bernardi, danneggiato da un pauroso incendio lo scorso 22 gennaio.

Sabato 14 marzo, alle 21.30, al Teatro Edimar di Viserba (via U. Giordano 2, zona Sacramora) si terrà una serata musicale il cui incasso sarà devoluto alla ristrutturazione dell’appartamento della concittadina Manuela Bernardi, danneggiato da un pauroso incendio lo scorso 22 gennaio. Sarà il noto dj Gilberto Gattei a presentare “Insieme per Manuela”, lo spettacolo ideato e coordinato da Luciano Corcelli, che vede coinvolti diversi artisti. Saliranno sul palco i musicisti del gruppo “Energia Alternativa Band” (Luciano Corcelli alle chitarre, Stefano Martinelli alle tastiere, Arnold Buscherini al basso, Ivano Venturini alla batteria, Roberto Serra voce e percussioni) e i cantanti solisti Sauro Bertozzi, Cinzia Pacifico, Alberto Turis, Susanna Verde. Audio e luci curati da “Sound System Service” di Claudio Cit. Ingresso 10 euro. Info: 339 1829267.
 
Perché questa serata?
“Quando ho saputo dell'incendio che ha distrutto l'appartamento di Manuela - spiega Luciano Corcelli - ho pensato a come aiutarla. Da musicista mi è venuto facile organizzare una serata musicale per raccogliere qualcosa, ma soprattutto per far sentire a lei e al compagno che Viserba c'è!” Lanciata l’idea attraverso il gruppo Facebook “Sei di Viserba se…”, immediatamente sono giunte a Corcelli infinite adesioni: tutta Viserba, ma non solo, ha voluto dare il proprio contributo a questa iniziativa che certo con risolverà tutti i problemi, ma darà una mano alla famiglia per sistemare qualcosa del tanto che è stato distrutto.
 
Quando la sfortuna si accanisce. Pur non danneggiando le persone, quella sera di gennaio, all’ora di cena, la sfortuna ha voluto davvero accanirsi, mettendo insieme tante casualità negative che hanno permesso a una piccola scintilla di trasformarsi in un disastro. Innanzitutto la signora era sola in casa, poiché il compagno era dovuto accorrere ad aiutare la figlia rimasta in panne con l’auto nel traffico. I panni stesi ad asciugare in salotto vicino al camino acceso, la cena da preparare nell’altra stanza, una scintilla che salta sullo stendino, il fumo che avverte del pericolo, il terrore di essere sola e la preoccupazione per l’anziana madre inferma al piano terra… Insomma, in pochi minuti l’appartamento al primo piano della villetta di via Milano divenne un falò, con fiamme visibili a centinaia di metri. Il colmo della sfortuna: al passaggio nella stretta via del primo mezzo dei Vigili del Fuoco accorso, un pezzo di asfalto cedette sotto le ruote, incastrandolo. Solo con l’arrivo di un secondo mezzo dei pompieri si poté completare le operazioni di spegnimento.
 
Danni per centomila euro. All’indomani dell’incendio Manuela (di professione psichiatra, figlia del grande pedagogista viserbese Enea Bernardi scomparso nel 1998) aveva comunicato la sua disperazione proprio sul suo profilo Facebook: “Il fuoco divampato dal camino si è portato completamente via la mia bella casa, specialmente la zona giorno. Mi ha derubato delle cose dei miei ricordi, dall'album di me da piccola a tutte le foto dei momenti della crescita di mia figlia. Tutti i miei dischi in vinile, quelli di musica classica di mio babbo, i cd… Insomma tutto! Non ho più nulla delle mie cose. Il resto della casa è inagibile, tutti i miei vestiti…”
 
La gara di solidarietà. Potere di Facebook! Grazie alla rete Manuela Bernardi e il suo compagno Luciano Ubaldini hanno potuto sperimentare l’affetto e la solidarietà di amici, conoscenti e anche di perfetti sconosciuti. Non solo a parole, ma con guanti, spugne, detersivi e ramazze, si sono organizzate giornate di lavoro di gruppo. Con grande ironia, molto utile contro la disperazione, questi momenti sono stati intitolati “Venite a ballare dalla Manuela” e “Lavastoviglie party”.
 
La serata musicale. Ed ora il concerto “Insieme per Manuela”, voluto dall’amico di sempre Luciano Corcelli, noto musicista residente a Riccione ma di origine viserbese, che ha saputo coinvolgere decine di persone: dai suoi colleghi musicisti ai cantanti, dal presentatore (Gilberto Gattei) al tecnico suono e luci (Claudio Cit) , dalla tipografia che ha stampato le locandine (Megaprint Centro Stampa) al grafico che le ha ideate (Paolo Bernucci). E tanti tanti altri… Non solo per raccogliere fondi, che saranno solo una goccia nel mare, ma soprattutto per far sentire l’abbraccio di una comunità a Manuela e alla sua famiglia. Perché... “Viserba c’è!”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento