"Una giornata a fianco dei Carabinieri", le scuole vincitrici

Sabato mattina, i Carabinieri di Rimini, a conclusione degli incontri con gli studenti della provincia, sono intervenuti nella scuola elementare di Bellaria Igea Marina per premiare i vincitori di un concorso molto speciale che l’Arma

Sabato mattina, i Carabinieri di Rimini, a conclusione degli incontri con gli studenti della provincia, sono intervenuti nella scuola elementare di Bellaria Igea Marina per premiare i vincitori di un concorso molto speciale che l’Arma aveva indetto per dei candidati particolari. L’interessante iniziativa, realizzata grazie alla stretta e consolidata collaborazione tra Scuola, il Comune di Bellaria Igea Marina ed i Carabinieri, è stata fortemente voluta per avvicinare ancora di più i giovani alle Istituzioni e per far comprendere ancora di più ai giovanissimi ed alle famiglie che si è tutti dalla stessa parte.

Tutto ha avuto origine il 12 aprile scorso, quando ben 45 studenti della Scuola elementare “G. Carducci” avevano fatto visita alla caserma sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini, in via C.A. Dalla Chiesa e, in quella circostanza, il Capitano Giglio Vincenzo, Comandante della Compagnia di Rimini, aveva proposto loro di aderire a questa iniziativa: partecipare ad un concorso dal seguente tema “Una giornata a fianco ai Carabinieri”. Ai candidati veniva chiesto di raccontare, dal loro punto di vista, come avevano trascorso la visita alla Caserma dell’Arma, producendo disegni, temi, poesie, filastrocche o composizioni.

Ebbene i giovanissimi scolari della II e IV A, con grande entusiasmo, molta passione ed arguto spirito di osservazione, sotto la guida attenta delle loro insegnanti, immediatamente manifestavano il loro assenso e, rientrati in classe cominciavano a produrre i loro elaborati. Dopo qualche settimana le insegnati Fabiola ed Antonietta contattavano i Carabinieri, riferendo loro che ognuno dei loro studenti, in maniera vulcanica, aveva prodotto anche più opere, e che gli elaborati erano pronti.

Sabato mattina, proprio nella sede della scuola si è svolta la cerimonia di premiazione dei lavori degli studenti: il Sindaco di Bellaria, Enzo Ceccarelli, con l’Assessore Giorgetti ed il Capitano Giglio hanno incontrato i giovani alunni ed i loro genitori e, in un contesto molto sobrio, hanno spiegato le motivazioni dell’iniziativa, commentando con i ragazzi le loro opere. Tutti gli studenti hanno ricevuto il plauso per l’impegno profuso e le capacità di racconto e rappresentazione che hanno dimostrato con i loro elaborati: a ciascuno di loro è stata donata una medaglia, con nastro tricolore, con impressa la “Minerva” su una faccia e la scritta “Amici dei Carabinieri” sull’altra.

Poi tre studenti sono stati premiati per la particolare inventiva e l’originalità delle loro opere, nonché per la loro capacità di rappresentare e raccontare un messaggio davvero importante “Rispetto delle regole, fiducia nelle Istituzioni; sì al dialogo ed al confronto; no alla droga ed alla violenza”. Hanno così ricevuto una coppa Giorgetti Emma della 2^ A, per una composizione, D’Alessandro Alesia della IV A, per il disegno, e Gori Martina della 4^ A, per il tema.

Una speciale menzione è stata fatta a Bisulli Gaia che ha realizzato un bel disegno in cui lei stessa si è rappresentata come l’Italia, con un lungo vestito tricolore, mentre era portata per mano da un “bel Capitano dei Carabinieri” ed il messaggio “I Carabinieri sono i Nostri Difensori. Due coppe stile olimpiadi, riportanti la targhetta “Amici dei Carabinieri”, sono state consegnate alle due insegnati, con il compito di custodirle in classe per i loro alunni. In quella circostanza il Capitano Giglio ha rivelato come è nato il motto delle medaglie e delle coppe: la piccola Martina ha così concluso il suo tema “da oggi in poi, quando incontrerò i Carabinieri non avrà più paura perché loro sono Nostri Amici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento