Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Una nuova croce per il campanile del Tempio Malatestiano

Alta 3,20 mt, è stata installata ad oltre 50 mt giovedì 1 luglio. Decisivo l’apporto di RivieraBanca. L’originale conservata ora nella Cappella dei Caduti

È stata installata giovedì mattina, la croce apicale che sovrasta il campanile della Basilica Cattedrale o Tempio Malatestiano, a Rimini. Il 3 ottobre 2019 un evento calamitoso straordinario (un forte vento che aveva spazzato la Riviera) aveva provocato il piegamento della croce, di circa 3,20 mt di altezza. La croce antica in ferro si era così staccata dal basamento che la regge ad un’altezza di circa 50 metri ed era rimasta appesa ad alcuni fili, senza, fortunatamente, cadere a terra. In accordo con la Soprintendenza, la Diocesi di Rimini ha provveduto al restauro della croce antica: fortemente degradata in alcune parti, impossibile da ricollocare sul campanile, è stata restaurata e successivamente collocata nella Cappella dei Caduti, in Basilica Cattedrale.

5743-2

Sempre in accordo con la Soprintendenza, la Diocesi ha commissionato una copia fedele della croce, “utilizzando gli stessi materiali, sfera e bandieruola in bronzo e altri parti in metallo. – spiega l’Economo diocesano, don Danilo Manduchi – La pandemia ha rallentato i tempi del recupero e dell’intervento, ma finalmente giovedì 1 luglio la nuova croce è stata ricollocata e svetta sul campanile del Duomo. A detta di chi l’ha forgiata – prosegue don Manduchi – durerà almeno 500 anni”. Sulla datazione della croce originale, non esiste una documentazione certa, anche se si ipotizza che alcune parti (banderuola) risalgano al Settecento. Il recupero e l’installazione della croce non sarebbe stato possibile senza il forte contributo economico di RivieraBanca, che è andato ad integrare il finanziamento messo a disposizione dalla Diocesi.

“La croce è un simbolo della rinascita dopo questo terribile periodo segnato dalla pandemia. – è il commento del Presidente di RivieraBanca, Fausto Caldari – Un simbolo che si innalza da un altro simbolo, lo splendido Tempio Malatestiano, emblema della città di Rimini e del Rinascimento italiano”, oltreché Basilica Cattedrale della Chiesa di Rimini. “La sistemazione della croce sul campanile del Tempio Malatestiano è un intervento che interessa Rimini e l’intero territorio, e RivieraBanca è un istituto di credito che ha a cuore il territorio, i giovani, la sanità, il sociale e la cultura. Inoltre RivieraBanca è una Banca di Credito Cooperativo, una banca sociale che affonda le sue radici nel mondo cattolico: sono istituti nati in parrocchia e questo rapporto si rinnova felicemente ogniqualvolta se ne presenta l’occasione”.

0134-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova croce per il campanile del Tempio Malatestiano

RiminiToday è in caricamento