Una pista ciclabile dal villaggio San Martino al centro storico di Rimini

Progetto “Sicuri in bici e collegati alla città”: assegnati alla ditta “Edilizia Castellani” i lavori per la realizzazione dellopera

Alla ditta ‘Edilizia Castellani’ sono stati aggiudicati i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile in via Coriano, al termine del relativo bando di gara  con un offerta complessiva di oltre € 656mila. Nel mese di novembre 2018 verrà avviato materialmente il cantiere.  Oltre 2 km di pista ciclabile sulla via Coriano, che collegheranno Villaggio San Martino alla Statale 16. Il percorso su via Coriano interessato dal cantiere nei prossimi mesi, proseguirà poi all’interno di una  progettualità più estesa, con l’adeguamento funzionale della mobilità ciclabile, lungo la via Flaminia e via XX Settembre e il Borgo di San Giovanni fino al Centro Storico. Un percorso ciclopedonale protetto, vicino al centro studi, all’ospedale e a diverse attività commerciali, che  individua anche altre azioni importanti, come le due “Zone 30” che nasceranno contigue all’arteria della via Flaminia:  la Zona 30 Centro Studi e Zona 30 tra via Flaminia Conca, SS16 e via Flaminia.

Il progetto è nato da un confronto molto partecipato, ascoltando le esigenze dei potenziali fruitori, con un programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa – scuola  e  casa – lavoro, bandito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Inserito, come progetto pilota, nel PUMS (Piano urbano per la mobilità sostenibile) è suddiviso in quattro interventi strutturali integrati tra loro, con cui si prevede d’abbattere di oltre  600 tonCO2eq all’anno le emissioni clima - alteranti. Il costo complessivo delle opere infrastrutturali previste ammonta a 1.649.000 euro, di cui 989.176 finanziati dallo Stato e 659.824 già previsti nel bilancio 2018 del Comune, opere che costituiranno un elemento sostanziale per ristabilire la “continuità ciclabile e pedonale” della parte sud della città e il forese con il centro storico.

“E’ una svolta culturale – ha sottolineato  l’assessore alla Mobilità Roberta Frisoni - per un cambiamento duraturo nelle abitudini di spostamento dei cittadini.  Fondamentale è stata l’adesione alla manifestazione d’interesse lanciata dall’amministrazione comunale per azioni di supporto alla promozione dell’uso della bicicletta nell’area interessata dagli interventi proposti.  Scuole, imprese, associazioni, che hanno dato il loro contributo a conferma di una crescente attenzione della città ai temi della sostenibilità ambientale e della necessità di innescare un forte cambiamento nelle nostre abitudini quotidiane di mobilità. Con loro si sta già lavorando per portare avanti azioni complementari volte a promuovere un nuovo modo di spostarsi nella città.  Una modalità di confronto con la città, con cui è possibile sostenere in modo duraturo il cambiamento di cui la città e il paese hanno bisogno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento