Una targa commemorativa alla casa-bottega di Guido Morganti

Il cattolichino insignito dell’onorificenza di "Giusto tra le Nazioni". Durante la Seconda Guerra Mondiale salvò la vita a tredici persone delle famiglie dei Finzi e dei Rimini, appartenenti alla Comunità Ebraica

Ricorre oggi il “Giorno della Memoria” con il quale vengono commemorate le vittime dell'Olocausto. Una data simbolo perché il 27 gennaio del 1945 le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. Cattolica ha voluto ricordare stamani l'opera del suo concittadino Guido Morganti, il sarto cattolichino insignito dell’onorificenza di "Giusto tra le Nazioni". Morganti durante la Seconda Guerra Mondiale salvò la vita a tredici persone delle famiglie dei Finzi e dei Rimini, appartenenti alla Comunità Ebraica. Per questo si è voluto valorizzare il luogo simbolo dove visse apponendo una targa commemorativa alla casa-bottega di via Carlo Cattaneo n. 6.

La cerimonia di scopertura si è svolta alla presenza e con gli interventi del Sindaco Mariano Gennari, dell'Assessore alla Cultura Valeria Antonioli, il Presidente ANPI di Cattolica Maurizio Castelvetro e la figlia di Guido Morganti Bruna. Presente, inoltre, l'Assessore al Turismo Nicoletta Olivieri. Sono intervenuti anche i rappresentanti locali delle Forze dell'Ordine e di diverse associazioni. “Un momento di speranza che ci fa capire il senso della parola umanità” ha detto il Primo Cittadino, “in questa casa è maturata la scelta di compiere quel gesto nobile. L'idea di apporre questa targa – ha raccontato la Antonioli - si è concretizzata dopo una chiacchierata con un concittadino. Raccogliamo tutte le sensibilità, dunque, e passiamo il testimone ai giovani con l'intendo di rendere viva la memoria del nostro Guido Morganti e del suo atto di eroismo”. Un ringraziamento è stato rivolto a Valeria Belemmi, responsabile del Laboratorio di educazione all'immagine, ed a Simonetta Salvetti, direttrice dei Teatri di Cattolica, che si sono impegnate nella realizzazione dell'appuntamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'ambito delle manifestazioni previste per questa ricorrenza, stasera al Salone Snaporaz (Piazza Mercato, 15), alle ore 21,15, è in programma la proiezione del docufilm “Anne Frank. Vite parallele”, scritto e diretto da Sabina Fedeli ed Anna Migotto (Italia, 2019 - Ingresso € 5). Sabato 1 febbraio 2020 al Palazzo del Turismo (via Mancini, 24) l'inaugurazione, alle ore 10.00, della Mostra didattica itinerante “I genocidi del XX secolo” con la visita guidata per le classi terze della Scuola secondaria di primo grado di Cattolica a cura di Daniele Susini, direttore del Museo della Linea Gotica Orientale del Comune di Montescudo-Montecolombo. La mostra rimarrà aperta fino al 24 febbraio nelle giornate di venerdì, sabato, domenica dalle 17.00 alle 19.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • La Guardia di finanza scopre una "furbetta" del reddito di cittadinanza: denunciata una 60enne

  • Stop ai voli, discoteche e mascherine: le novità del nuovo decreto

  • Il marchio Cocoricò torna sotto la piramide: ad acquistare il brand Enrico Galli

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Medico ubriaco sul monopattino va a sbattere contro l'ambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento