Cronaca

Una vita in missione: addio a Maria Negretto, ex infermiera dell'ospedale di Rimini

I suoi progetti sono stati sostenuti per anni dal Campo Lavoro Missionario di Rimini

Si è spenta a 83 anni Maria Negretto, missionaria a Duala, in Camerun. Da tempo stava vivendo una complicata situazione di salute e sarebbe tornata in Italia per ricevere delle cure, ma è deceduta prima del viaggio. Sarà sepolta in Camerun, dove si terranno anche i funerali, una terra diventata da decenni la sua seconda casa. Originaria di San Biagio di Argenta in provincia di Ferrara, dov’era nata il 5 marzo 1938, ha vissuto oltre 40 anni in Africa dedicando la vita ai poveri e agli ammalati.

Dopo essersi diplomata infermiera e aver lavorato nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Rimini, decide nel 1969, ancora giovanissima, di partire per il Camerun; vuole aiutare la gente del luogo a contrastare le varie forme di povertà, in particolare l’ignoranza in campo sanitario: "Lavoravo all’Ospedale di Rimini quando mi è capitato tra le mani un bollettino a cura di un’associazione di volontari che operava in Africa; li ho contattati e in pochi giorni mi sono unita a loro - raccontava, come riportato dal settimanale Il Ponte - Insieme ad una decina di neo volontari sono stata 9 mesi in Francia con lo scopo di apprendere la lingua francese, lavorando in una clinica per la lotta ai tumori. Terminato questo periodo sono volata in Camerun, con l’intenzione di stare un paio di anni: non l’ho più lasciato".

La sua missione diventa la vicinanza ai malati, agli infermi, ai più deboli, ai bisognosi aiutandoli a superare le proprie condizioni di sofferenza materiale e spirituale. A Bafoussam, in Cameroun, il progetto di assistenza ai giovani detenuti ereditato da Maria Negretto è stato “ereditato” dagli operatori della Papa Giovanni XXIII. I suoi progetti sono stati sostenuti per anni dal Campo Lavoro Missionario di Rimini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita in missione: addio a Maria Negretto, ex infermiera dell'ospedale di Rimini

RiminiToday è in caricamento