rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca Misano Adriatico

Uno spacciatore e un tossico violento nella rete dei carabinieri

Il primo è stato arrestato per i diversi tipi di droga che gli sono stati trovati nelle tasche pronti per essere venduti

Nella notte tra sabato e domenica i carabinieri della Compagnia di Riccione hanno arrestato uno spacciatore e un tossico preda di un violento stato di agitazione. Il primo a finire in manette è stato un 26enne di Milano che, nei pressi di una discoteca di Misano, è stato notato da una pattuglia mentre si muoveva con fare sospetto. I militari dell'Arma hanno così deciso di fermarlo per l'identificazione. Perquisito, nelle tasche del ragazzo sono spuntati 4 grammi di cocaina, altrettanti di Mdma e di Ketamia oltre a 100 euro in contanti ritenuti il provento delle passate cessioni. Il tutto è valso le manette al 26enne che, nella mattinata di sabato, è stato processato per direttissima.

Nei guai anche un 19enne di Prato che, a Misano, è stato notato da una pattuglia dei carabinieri mentre era in preda a un violento stato di agitazione. Trovato in possesso di una piccola quantità di stupefacente, al momento dell'identificazione il ragazzino ha iniziato a dare in escandescenza per poi colpire i militari dell'Arma con calci e pugni. Il 19enne è stato quindi denunciato a piede libero e segnalato alla Prefettura come assuntore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno spacciatore e un tossico violento nella rete dei carabinieri

RiminiToday è in caricamento