rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Uno spazio di relazioni sociali e digitali per i giovani con dipendenze da gioco e videogames

L'assessore Galli: “Progetto Ausl Romagna si affianca a politiche giovanili del Comune di mappatura luoghi sensibili da sale bingo e incontri con studenti e genitori”

Sabato 25 settembre verrà inaugurato in viale Mantova, 6 lo Spazio di Relazione Digitale A- Sociale Space, promosso dalla U.O. Dipendenze Patologiche Ambito di Rimini, in collaborazione con il Distretto di Riccione. La sede, di proprietà del Comune di Riccione, è stata concessa all’Ausl in comodato gratuito per la durata di due anni con possibilità di rinnovo per ulteriori due. Le attività del nuovo spazio al mattino saranno rivolte agli studenti degli istituti scolastici dei 13 Comuni del Distretto con attività di prevenzione legate a situazioni di disagio, dipendenze da sostanze, da gioco d’azzardo e patologico e videogiochi. Tematiche attuali considerato il frequente uso tra i giovani delle Loot box (scatole premio), dove si ha la possibilità di comprare oggetti digitali per aiutare l’esperienza all’interno di un videogioco o di altri meccanismi come il Pay to win riconducibili ai rischi da gioco d’azzardo. Al pomeriggio ci sarà spazio, su appuntamento, per ragazzi con problematiche diverse, come abbandono scolastico, scarsa integrazione o rischi comportamentali dovuti a dipendenze.

Previsti anche una stanza gaming per Playstation 5 e visori a disposizione in cui educare i ragazzi ad un uso corretto della tecnologia ed lo sportello Match di consulenza legale e psicologica gratuita sia ai giocatori che e ai loro familiari, aperto tutti i venerdì pomeriggio dalle 16 alle 19 con riferimenti dedicati: 351 5039709, mail: sportellomatchriccione@gmail.com. Il progetto A-social Space si colloca all'interno di una cornice di programmazione distrettuale che comprende il Piano di contrasto al gioco d’azzardo patologico e il Programma “Azioni di contrasto alla povertà minorile, educativa, relazionale e a contrasto del fenomeno del ritiro sociale di preadolescenti e adolescenti”.

“Il Comune di Riccione ha dato piena disponibilità all’attuazione del progetto di Ausl Romagna con una sede adeguata e consona perché si vanno a toccare i nervi di una problematica, come quella del gioco d’azzardo che dal 2020 con la pandemia in atto ha acuito alcune fragilità specialmente tra i più giovani - dichiara il vice sindaco e assessore ai Servizi alla persona Laura Galli - . L’isolamento e la distanza fisica hanno infatti alterato le relazioni con ricadute sui ragazzi e, di riflesso, sulle loro famiglie. Quest’anno ho firmato personalmente in Prefettura il protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto del gioco illegale e d'azzardo che prevede iniziative mirate da adottarsi tra Comuni, Prefettura, Ausl e Sert. Riccione è stato peraltro uno dei primi Comuni ad effettuare nel 2018 la mappatura dei luoghi sensibili così da tenere a distanza le sale da gioco da scuole, impianti sportivi, parrocchie o centri di buon vicinato, luoghi a rischio per giovani ed anche per soggetti fragili come gli anziani. Prima dello stop causato dall’emergenza sanitaria abbiamo dedicato una serie di incontri nelle scuole superiori incentrati sulle problematiche adolescenziali, coinvolgendo anche genitori con una partecipazione numerosa e che andremo sicuramente a riproporre. Abbiamo coinvolto personaggi noti nel mondo giovanile come il rap Lorenzo Baglioni che ha dedicato una mattinata agli studenti del Savioli e del Volta -Fellini. E’ importante non abbassare la guardia, noi non lo facciamo anzi rilanciamo iniziative utili per la comunità”.

Inaugurazione sabato 25 settembre con dimostrazioni dei laboratori per i ragazzi a partire dalle ore 14.30, a seguire presentazione dei servizi e taglio del nastro con il sindaco Renata Tosi e Riccardo Varliero, Direttore Distretto di Riccione Azienda Usl Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno spazio di relazioni sociali e digitali per i giovani con dipendenze da gioco e videogames

RiminiToday è in caricamento