menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Usura ed estorsione a imprenditore in difficoltà, condannato strozzino di Riccione

La vittima, una volta entrata nel vortice, è stata costretta a pagare interessi del 75% oltre a penali da 150 euro al giorno se si trovava nell'impossibilità di onorare il debito

La sua specialità era quella di avvicinare gli imprenditori riccionesi in difficoltà e, con fare amichevole, li convinceva ad affidarsi a lui per piccoli prestiti di contanti che, una volta entrati nel vortice, venivano costretti a pagare interessi del 75% oltre a penali da 150 euro al giorno se si trovavano nell'impossibilità di onorare il debito. A finire nella rete dello strozzino era stato un imprenditore che, dopo aver chiesto un prestito di 4mila euro, si era visto costretto a versare assegni post datati per 6mila euro e, quando non è più riuscito a far fronte ai titoli, è stato minacciato dal 34enne siciliano pluripregiudicato e implicato nella criminalità organizzata dell'isola. Vistosi oramai incastrato, l'imprenditore ha deciso di chiedere l'aiuto dei carabinieri che, lo scorso 13 dicembre, hanno arrestato l'usuraio. Assistito dall'avvocato Matteo Paruscio, l'imprenditore ha raccontato alla magistratura il suo calvario e, con rito abbreviato, il siciliano, difeso dall'avvocato Giovanna Ollà, è stato condannato a 4 anni di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

Cura della persona

5 consigli per avere una rasatura perfetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento