Va in Questura per denunciare un furto e trova il ladro

Mentre l'uomo descriveva il malvivente, quest'ultimo si è presentato dalla Polizia: si tratta di un albanese di 32 anni, che dovrà rispondere dell'accusa di furto aggravato.

Commette un furto, viene visto e poi riconosciuto da un testimone, ma per declinare ogni responsabilità si presenta in questura a sporgere denuncia per calunnia. Solo che nell'ufficio denunce ha incontrato proprio il derubato e il testimone che a loro volta erano andati per segnalare l'episodio. Così, un albanese di 32 anni ha finito con l'essere denunciato per furto. E' successo sabato a Rimini. Lo straniero è riuscito a entrare nello spogliatoio della fabbrica dove lavora un suo connazionale 35enne (il derubato) e un senegalese di 48 anni (il testimone).

Qui ha preso da un armadietto i pantaloni del 35enne con dentro il portafoglio (dove c'erano circa 300 euro in contanti) ma il senegalese l'ha visto e gli ha intimato di fermarsi. Il malvivente è scappato, facendo perdere le proprie tracce. Il testimone ha raccontato tutto al collega che, da alcune indicazioni (il fatto che balbettava e la descrizione fisica) ha capito chi fosse. La conferma è stata data dalla foto su un social network.

L'albanese allora ha chiamato il ladro (suo conoscente) e gli ha chiesto un appuntamento al quale si è presentato con il senegalese ma il 32enne ha negato ogni addebito minacciando querela. Il responsabile del furto, nel pomeriggio era stato visto dalla nipote del derubato in una sala slot. Tutti e tre gli uomini hanno scelto lo stesso momento per presentarsi in Questura, con motivazioni diverse, e alla fine il 32enne è stato denunciato per furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento