menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino AstraZeneca, le dosi del lotto incriminato non utilizzate nel riminese

Le fiale distribuite in Romagna sarebbero state impiegate nelle altre province, in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri del Nas

Sono state 2710 le fiale del vaccino di AstraZeneca arrivate in Romagna che, con 11 dosi medie per fiala, corrispondono a 29810 dosi. Alla data dell'8 marzo l'Ausl aveva somministrato, su tutto il territorio, 12.548 dosi pari al 42,1%. Alla luce di questi numeri, dopo l'allarme scattato nella giornata di giovedì su possibili problematiche emerse in chi aveva assunto il vaccino, è scattato il tracciamento del lotto "ABV2856 scadenza 05/2021" ritenuto essere da parte dell’Agenzia italiana del farmaco responsabile di alcuni ‘eventi avversi gravi'. La Regione ha disposto immediatamente il divieto di utilizzo del lotto in questione e, da giovedì, i carabinieri dei Nas sono al lavoro per tracciare le fiale. Dai primi riscontri, che termineranno nella giornata di venerdì, nella provincia di Rimini non sarebbe stato utilizzato il lotto "ABV2856 scadenza 05/2021" impiegato principalmente per immunizzare le forze dell'ordine e il personale scolastico. Dosi che, invece, sarebbero state somministrate in altre province vicine. 

In una nota stampa l'Ausl Romagna ha sottolineato che la decisione assunta dall’Agenzia Italiana del Farmaco sull’utilizzo di quello specifico lotto è stata presa in via precauzionale e che, al momento, non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino ed alcuni eventi avversi , registrati in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto. "Ad oggi - come ha precisato anche l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini-  in Emilia Romagna non si sono osservate reazioni anomale". Sul territorio della Romagna i 470  flaconi (3124 dosi)  appartenenti al lotto momentaneamente sospeso dall’utilizzo erano stati consegnati, e già in buona parte utilizzati, dai medici di Medicina Generale della provincia di Ravenna, (Ravenna, Faenza, Lugo) per effettuare la somministrazione al personale scolastico. Al momento i carabinieri del Nas hanno individuato 120 flacono rimasti (1320 dosi) che sono stati accantonati in attesa di ulteriori sviluppi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Salute

Stanchezza primaverile, sintomi e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento