Valentino Rossi e i piloti riminesi della VR46 Accademy continueranno ad allenarsi al Ranch

L'impianto di proprietà del campione del mondo ha vinto il ricorso contro i vicini che si lamentavano per il rumore delle due ruote

Esultano Valentino Rossi e gli altri piloti riminesi della VR46 Accademy dopo che, nella giornata di mercoledì, il Tar delle Marche ha respinto il ricorso dei vicini di casa del campione del mondo.  Oggetto della contesa era il "ranch", la pista per le due ruote ricavata da una vecchia cava e che, negli anni, è diventata la palestra di allenamento di tanti piloti italiani e che ha ospitato i campioni della MotoGp. Nei mesi scorsi alcuni vicini dell'impianto di allenamento realizzato dal "Dottore" di Tavullia avevano presentato dei ricorsi a causa ell'eccessivo rumore provocato dalle sessioni di allenamento. Le proteste si basava sulla mancanza di alcuni elementi, su tutti la valutazione di impatto ambientale (Via), ma anche alcune valutazioni relative alle emissioni acustiche ed agli orari di funzionamento dell'impianto. Tuttavia, i giudici del Tar hanno dato torto ai ricorrenti, che ora possono aggrapparsi solamente al Consiglio di Stato come ultimo grado d'appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento