Una comitiva scalmanata: raffica di raid vandalici a Misano, stanati grazie alle telecamere

I Carabinieri, con un'attenta e ficcante attività informativa e con la visione dei filmati a circuito chiuso, sono riusciti rapidamente a chiudere il cerchio identificando tutta la compagnia dai bollenti spiriti

Foto di repertorio

Individuati i responsabili di una serie di atti vandalici commessi negli ultimi giorni in quel di Misano. I Carabinieri hanno denunciato in stato di liberta sei giovani del luogo, di cui 3 minori, di età compresa dai 14 ai 17 anni. Le indagini condotte dagli uomini dell'Arma della stazione rivierasca hanno permesso di identificare l’accaldata comitiva che, scorrazzando per le vie Misano Adriatico, ha danneggiato una veranda di un ristorante, una pensilina della fermata degli autobus e, per non farsi mancare niente, ha spaccato i finestrini delle auto in sosta nei parcheggi di supermercati ed esercizi commerciali, per appropriarsi dei pochi spiccioli lasciati all’interno dai proprietari. I Carabinieri, con un'attenta e ficcante attività informativa e con la visione dei filmati a circuito chiuso, sono riusciti rapidamente a chiudere il cerchio identificando tutta la compagnia dai bollenti spiriti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto di repertorio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento