rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Variante Statale 16, il progetto va avanti. Il sindaco: "Ho a cuore gli agricoltori, ma la strada è priorità"

Il consiglio sostiene l'opera. Tuona la minoranza: "Non venite più qui a parlare di ambientalismo". Il sindaco Sadegholvaad: "Sono nipote di agricoltori, ma non me la sento di rinunciare ad un’opera del genere"

Il tracciato di Variante alla Statale 16 non si tocca. Nessuno stralcio, avanti con la diagonale del primo tratto da Igea Marina a Santa Giustina. La partita è troppo grossa, da cambiare le carte in tavola a gara in corso: ci sono in ballo fondi per 300 milioni di euro, legati ad un’opera che il territorio attende da oltre vent’anni, finita in ostaggio delle classiche lungaggini burocratiche italiche. Dovranno mettersi il cuore in pace gli agricoltori della zona Rimini Nord, che si vedranno una sorta di autostrada a due corsie piombare dentro ai loro terreni coltivati. Il disco verde, che ha deciso la prosecuzione, è arrivato nella nottata di giovedì (21 aprile) al termine di un consiglio comunale fiume, che ha visto tra gli altri gli interventi anche quelli delle associazioni di categoria, dei sindaci dei comuni coinvolti dall’infrastruttura e del presidente della Provincia. La mozione proposta dal consigliere Gioenzo Renzi (Fratelli d’Italia), che prevedeva lo stralcio del tratto Igea Marina-Santa Giustina, è stato bocciato dalla maggioranza: 12 voti favorevoli, 18 contrari. La mozione è respinta.

E’ stato un consiglio comunale fiume, iniziato attorno alle 18,30 e concluso pochi minuti prima delle 23. Tutto incentrato sulla Variante. “Non venite più qui a parlare di ambientalismo”, tuona la minoranza dai banchi dell’opposizione. Gioenzo Renzi spiega i motivi della scelta di presentare una mozione: “Abbiamo presentato la mozione perché vogliamo salvaguardare gli agricoltori. Questo è il tema che mi sta a cuore. Non è un dibattito solo sulla viabilità, ma l’impatto che questa infrastruttura ha sui terreni agricoli a Rimini Nord. Siamo contro questo progetto”. Poi ha incalzato l’assessora Mattei: “Almeno lei tiri fuori il coraggio, si dissoci come assessore all’Agricoltura”.

Dopo un lungo dibattito nel quale hanno preso la parola quasi tutti i consiglieri di minoranza, il sindaco Jamil Sadegholvaad ha tratto le conclusioni a monte della discussione, poco prima di andare al voto. “Io non me la sento di far rinunciare al nostro territorio un’opera del genere”, è il riassunto perfetto. Poi il primo cittadino ha articolato i motivi: “E’ un’opera con caratteristiche simili a un’autostrada, poche settimane fa siamo stati con Anas in Regione, in campagna elettorale ho detto che mi sarei fatto portatore delle istanze degli agricoltori, chiedendo l’utilizzo della Tolemaide. E’ stato risposto picche – svela in consiglio il primo cittadino -. Ci è stato detto: ci sono 300 milioni di euro per l’opera. C’è una Via (valutazione di impatto ambientale, ndr) che scade a marzo 2023, se scade bisogna ripartire da zero, se ne riparlerà tra dieci anni. Io ho gli agricoltori nel cuore, sono nipote di agricoltori, al tempo stesso però c’è un’opera attesa da decenni che sta per concretizzarsi”.

Così passa l’ordine del giorno “Sostegno al progetto della nuova SS16”, proposto dalla maggioranza. Risultato: 18 voti favorevoli, 12 contrari. Si va avanti con la Variante. Consapevoli che difficilmente ci potranno essere modifiche alla diagonale che andrà a impattare sui campi coltivati di Rimini Nord. Intervengono gli assessori Frisoni (urbanistica e viabilità) e Morolli (Lavori pubblici), poi una funzionaria della Regione spiega tecnicamente l’iter: “La conferenza sarà convocata a livello ministeriale, l’approvazione comporterà un’intesa Stato-Regione sentiti comuni e Provincia. In questi mesi sono stati svolti numerosi incontri per affinare il progetto, anche alla Regione sono arrivate manifestazioni di criticità da parte delle associazioni di categoria degli agricoltori. Quando si è svolta la Via sono state valutate alternative progettuali, anche per eliminare l’impatto su appezzamenti e coltivazioni. Fu richiesta un’alternativa che fu ripubblicata, ma alla fine nel bilanciamento della valutazione è stato confermato il tracciato oggi in corso di affinamento per trovare soluzioni tecniche che limitino l’impatto sulle proprietà agricole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante Statale 16, il progetto va avanti. Il sindaco: "Ho a cuore gli agricoltori, ma la strada è priorità"

RiminiToday è in caricamento