rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Venduti all'asta giudiziaria i marchi Cocoricò, Ciao Sex, Morphine, Titilla e Memorabilia

La proprietà dei loghi è passata di mano, potranno essere utilizzarli indipendentemente dal legame con la discoteca sulla collina riccionese

Dopo la prima asta andata a monte, con una base di 480mila euro, nel pomeriggio di giovedì si è tenuta una seconda vendita all'incanto dei marchi  "Cocoricò", "Ciao Sex", "Morphine", "Titilla" e "Memorabilia" e dei domini internet ad essi legati. I brand erano stati resi celebri grazie alla discoteca di Riccione e poi finiti sotto sequestro da parte della Danceandlove, la società torinese fondata dal Dj Gabry Ponte. I sigilli al brand erano stati messi dopo un contenzioso tra l'azienda di produzioni e i gestori della discoteca riccionese a causa di un mancato pagamento per l'organizzazione di alcune serate. La seconda asta aveva una base di 100mila euro, con rilanci di 5mila, e alla fine i marchi sono stati portati a casa da quelli che il curatore ha definito "un gruppo di imprenditori della zona". Massimo riserbo, però, sui nomi della cordata e sul prezzo finale di aggiudicazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venduti all'asta giudiziaria i marchi Cocoricò, Ciao Sex, Morphine, Titilla e Memorabilia

RiminiToday è in caricamento