menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso una nuova stretta nei weekend, Bonaccini: "Potrebbe essere sufficiente ad arginare l'ondata"

Il governo Draghi sta ragionando su una "super zona rossa" nel weekend e una zona gialla e arancione rafforzata nei giorni feriali per un'Italia chiusa nei fine settimana

Una "super zona rossa" nel weekend e una zona gialla e arancione rafforzata nei giorni feriali per un'Italia chiusa nei fine settimana: queste le modifiche al Dpcm 2 marzo su cui sta ragionando il governo Draghi e che potrebbero arrivare già mercoledì, e comunque entro venerdì 12 marzo, dopo la riunione del Comitato Tecnico Scientifico di martedì e in attesa della riunione della Cabina di Regia dell'esecutivo sull'emergenza Coronavirus. Una decisione sulle misure è attesa per mercoledì e durerà fino a dopo Pasqua e Pasquetta, mentre diverse regioni italiane vanno verso il cambio di colore sempre entro venerdì, con l'ordinanza del ministro della Salute dopo il report 43 dell'Istituto Superiore di Sanità. 

"Può darsi che la stretta nei weekend possa essere sufficiente" ad arginare la terza ondata del Covid. Però, sottolinea il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, "credo ci voglia anche poi la valutazione territorio per territorio". E "io - spiega il governatore Pd - ho deciso di rendere zone rosse già la scorsa settimana le province di Bologna e Modena che da sole valgono quasi la metà della popolazione delll'Emilia-Romagna, perchè i contagi erano molto alti". Ora comunque "credo che qualche misura estesa al paese serva per cercare di arginare questa ondata".

Bonaccini interviene a Mattino 5, sulla rete Mediaset, dove constata che il sistema dei colori per le diverse regioni, dopo aver funzionato in altre fasi della pandemia "sta mostrando qualche difficoltà sul lungo periodo". Il contagio, fa notare ancora il governatore Pd, "sta crescendo in quasi tutto il paese, i numeri sono preoccupanti. Le cosiddette varianti hanno cambiato quasi la natura di questo virus perchè contagiano molto più rapidamente e colpiscono anche bambini e giovanissimi. Quindi credo che il Governo faccia bene, su consiglio degli esperti e degli scienziati, a porsi il tema di come dare una stretta robusta per qualche settimana. Perchè abbiamo bisogno, una volta che si riapre, di non chiudere mai più. E' bene farlo adesso che i contagi sono in alcune realtà saliti molto, in altre stanno salendo. Abbiamo bisogno - conclude Bonaccini - di tornare a vedere la luce molto presto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

Attualità

Ciak in Romagna, avanti con i casting per il film "Le proprietà dei metalli"

Auto e moto

Cambio gomme: scatta l'obbligo di montare le estive


Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento