menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verucchio, alla cena Ior raccolti 10mila euro in favore dei piccoli pazienti di Rimini

Si è svolta venerdì la cena di raccolta fondi della Sede IOR di Santarcangelo e Verucchio: un appuntamento che si rinnova da tempo, organizzato in collaborazione con Comune e Pro Loco di Verucchio e curato dallo staff del Ristorante la Rocca.

Si è svolta venerdì la cena di raccolta fondi della Sede IOR di Santarcangelo e Verucchio: un appuntamento che si rinnova da tempo, organizzato in collaborazione con Comune e Pro Loco di Verucchio e curato dallo staff del Ristorante la Rocca. L’evento è stato un autentico successo in termini di partecipazione: numerose infatti le nuove aziende che hanno deciso di partecipare per supportare lo IOR, in particolare i progetti riguardanti il reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini, punto di riferimento per tutti i piccoli pazienti della Romagna e non solo.
 
L’utile netto dell’iniziativa, che per il secondo anno consecutivo si svolgeva presso la suggestiva cornice della Rocca Malatestiana di Verucchio, ha raggiunto la quota record di quasi 10.000 euro. La cifra andrà interamente a sostegno del fondamentale lavoro della dott.ssa Samanta Nucci, psicologa presente all’interno del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini. Il supporto dell’esperta all’equipe medica del reparto risulta particolarmente importante per fornire interventi di sostegno psicologico, di ascolto e confronto non solo per i piccoli pazienti e ma anche per i loro famigliari, chiamati ad un compito impegnativo per quel che concerne la gestione dell’ansia, dei dubbi, delle paure.   
 
I presenti, tra cui il Sindaco di Verucchio Stefano Sabba, oltre a poter godere di uno splendido menù all’insegna della tradizione romagnola rivisitata, accompagnata da una selezione di vini omaggiata dalla cantina vinicola Ca’ Perdicchi, hanno potuto ascoltare e conoscere direttamente dalla voce della dottoressa Nucci e della dottoressa Roberta Pericoli, Responsabile dell’U.o. di Oncoematologia pediatrica di Rimini, il racconto della quotidianità di un reparto che svolge un lavoro tanto delicato quanto fondamentale. “Quando ho iniziato non avrei mai voluto entrare nell’ambito del sostegno oncologico – ha spiegato la dottoressa Nucci – poi i piccoli pazienti mi hanno conquistata ed oggi, dopo oltre 10 anni di lavoro consecutivo coi bambini, sono sempre più convinta che le loro storie, la loro forza e la loro dolcezza rappresentino la cosa più bella della mia mansione”.

 
Le ha fatto eco la dottoressa Pericoli, che ci ha tenuto a ringraziare personalmente tutti i presenti e tutti coloro che, grazie al lavoro dello IOR, hanno permesso al reparto di crescere, di poter godere di una strumentazione moderna e di un personale altamente specializzato, cosa che ha permesso al reparto di diventare un punto di eccellenza del nostro territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Assalto al furgone blindato, indagine estremamente complessa dei carabinieri

  • Video

    VIDEO | I piloti del Team Gresini ricordano la scomparsa del patron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento