Immagina Verucchio, Baschetti: "No alla raccolta dei rifiuti porta a porta in centro storico, non c'è decoro"

Il candidato sindaco: E' inammissibile, in inverno l'organico viene raccolto due volte alla settimana. I turisti cammineranno tra i sacchi di spazzatura"

Roberto Baschetti, candidato sindaco di Immagina Verucchio

Roberto Baschetti, candidato sindaco della lista Immagina Verucchio, interviene sull’argomento della raccolta dei rifiuti porta a porta avviata a Verucchio. "Partendo dal presupposto che siamo tutti d’accordo sulla necessità di differenziare il rifiuto per controllare l’inquinamento del nostro pianeta - afferma Baschetti-, avrei tuttavia molto da dire sull’introduzione di questo sistema nel centro storico di Verucchio: in primis, l’imposizione del servizio senza un confronto con la cittadinanza. Alla convocazione dei cittadini presso il teatro Eugenio Pazzini il 29 gennaio mi sono subito reso conto che non si trattava di informare i cittadini sulle modalità del servizio, bensì che i giochi erano già fatti e che con il fare buonista dei nostri amministratori e degli esperti di Hera, era tutto già servito. Nessun cenno all’aumento della Tari neanche su specifica domanda. Qualche consigliere comunale, in seguito, mi ha riferito che il sindaco avrebbe mostrato in maniera colloquiale alcuni dubbi e perplessità su questo servizio. A questo punto la domanda sorge spontanea: a quali logiche di potere si è dovuti sottostare e per quale sconosciuta ragione? La nostra opinione è decisa su questo progetto: no al porta a porta a Verucchio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Baschetti evidenzia che "Le abitazioni sono spesso di piccole dimensioni e quasi nessuna dotata di garage o locali separati di sgombero; e allora perché tenersi in casa i rifiuti in contenitori ingombranti e maleodoranti? Inoltre occorre tenere in considerazione che l’organico, in inverno, viene raccolto due volte alla settimana, quindi l’umido lo si è costretti a tenere in casa per almeno tre giorni. Altri rifiuti sono raccolti addirittura ogni quindici giorni, quindi a Verucchio è un’iniziativa inammissibile. Non parliamo dei pannolini di bambini e anziani, problema già sollevato all’incontro ma senza risposta. E i ristoranti e gli esercizi commerciali? L’amministrazione risponde che si vedrà man mano, ma intanto sono stati consegnati i contenitori da tenere in cucina. Ultimo, ma non trascurabile problema, è l’esposizione serale su strade e vicoli del centro, tra l’altro molto ventilato, con la probabile conseguenza dello spargimento dei rifiuti per strada. Sarà bellissimo per i cittadini e i turisti di Verucchio passeggiare in uno dei più bei borghi d’Italia tra sacchi e bidoni in bellavista. Si tratta di una soluzione che ha già dimostrato di non essere adeguata al decoro del centro storico, le cui problematiche non sono state sufficientemente considerate. Sono dell’idea che si possano attuare soluzioni alternative comunque rispettose dell’ambiente ma più adatte al borgo della Verucchio antica. A tal proposito, il nostro programma, ovviamente, non ha trascurato questo aspetto, valutando l’opportunità di ripristinare provvisoriamente i cassonetti con apposite schermature e al contempo reperire finanziamenti per la realizzazione di isole ecologiche interrate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento