Via libera della Giunta di Riccione per il prolungamento della ciclabile

L'assessore Ermeti: "Il nostro obiettivo è di realizzare nuove piste ciclabili, effettuare le ricuciture tra il centro e i quartieri e intervenire con un’ampia programmazione di manutenzioni stradali"

L’assessore ai Lavori Pubblici di Riccione, Lea Ermeti, interviene in merito all’approvazione della Giunta Comunale del progetto di fattibilità per la nuova pista ciclopedonale di viale Veneto che verrà realizzata nel tratto compreso tra il cavalcavia dell’A14 e il confine con il comune di Coriano, nello specifico tra viale Sondrio e viale Coriano. Per un importo complessivo di 440.000 euro il progetto sarà suddiviso in due stralci. Il primo tra viale Sondrio e viale Pavia, il secondo da viale Pavia a viale Coriano. La pista sarà lunga complessivamente 1400 mt di cui 700 metri per ciascuno stralcio. Bidirezionale e con un ampliamento del marciapiede esistente lato Rimini, nella nuova ciclopedonale verrà sostituita la vecchia illuminazione con una a led per consentire il risparmio energetico e uniformare l’impianto a quello già realizzato nel tratto di viale Veneto tra via Bergamo e la rotonda adiacente al cavalcavia. Un nuovo progetto di estensione della rete ciclabile che conferma la sensibilità della Giunta Comunale alla mobilità lenta riconosciuta tra l’altro dalla FIAB ( Federazione Italiana Amici Bicicletta) al Comune di Riccione nell’ambito del progetto “ Comuni Ciclabili”.

“Prolungheremo la pista ciclopedonale di viale Veneto al quartiere San Lorenzo - piega la Ermeti. - Il nostro obiettivo è di realizzare nuove piste ciclabili, effettuare le ricuciture tra il centro e i quartieri e intervenire con un’ampia programmazione di manutenzioni stradali. Si tratta di un impegno importante preso con la città per dare risposte a un’esigenza precisa consistente nella realizzazione di itinerari dedicati alle due ruote in piena sicurezza. Dopo la nuova pista ciclabile in viale d’Annunzio, nel tratto tra piazzale Azzarita e piazzale Giovanni XXIII, in congiunzione con la ciclabile preesistente, mettiamo il pedale sull’acceleratore nei quartieri. L’intervento a San Lorenzo si inserisce nel piano di ampliamento e  riqualificazione della rete ciclabile cittadina a vantaggio di pedoni e ciclisti. La bicicletta è un’efficace e salutare mezzo di trasporto che può essere utilizzata anche per coprire il tragitto casa-lavoro, ecco che con nuove infrastrutture proponiamo ai cittadini un incentivo per lasciare l’auto in garage a vantaggio delle problematiche ambientali e di congestione causate da un uso eccessivo delle auto. Si tratta di abitudini non facili da sradicare ma dobbiamo lavorare tutti assieme in questa direzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento