Via Vittorio Veneto, "consegnati" i lavori di riqualificazione

Sono stati consegnati alla ditta appaltatrice, la Ceisa spa di Savignano, i lavori di riqualificazione di via Vittorio Veneto fra viale Dandolo e viale Vespucci parte dell’intervento sul complesso Embassy.

Sono stati consegnati alla ditta appaltatrice, la Ceisa spa di Savignano, i lavori di riqualificazione di via Vittorio Veneto fra viale Dandolo e viale Vespucci parte dell’intervento sul complesso Embassy.

L’intervento di riqualificazione prevede il riordino complessivo e la riqualificazione del tratto pedonalizzato compreso fra l’area Embassy ed il palazzo Arpesella, tratto destinato anche a passaggio carrabile per i soli residenti attraverso un intervento di riorganizzazione complessiva del sistema verde, ambiente e percorsi, come previsto nell’elaborato di progetto preliminare.

L’area pertinenziale a via Vittorio Veneto è accessibile sia da viale Vespucci che da viale Dandolo mediante un semplice attraversamento a raso, garantendo il superamento delle barriere architettoniche. La passeggiata all’interno del complesso del villino è accessibile, a una quota inferiore, attraverso una serie di rampe/percorsi, ricavati fra le aiuole, anch’esse aventi una pendenza non superiore all’8%. Il tratto di via Vittorio Veneto, compreso fra l’area Embassy ed il palazzo Arpesella, sarà  pedonalizzato e destinato anche a passaggio carrabile per i soli residenti aventi ingresso da Viale Dandolo.

La manutenzione delle opere riguarderà principalmente la potatura delle piante esistenti e quelle eventualmente piantate come nuove, la manutenzione del verde a prato e la manutenzione periodica dei percorsi pedonali pavimentati.

L’area oggetto di intervento sarà costituita da una pavimentazione di selciato in elementi in porfido con fasce in pietra, o similare, intervallata da aiuole a prato ai cui bordi sono posizionate panchine di arredo urbano in corten.

Sarà predisposto un impianto di illuminazione pubblica con corpi illuminanti su palo in corten, i percorsi pedonali saranno segnalati mediante corpi illuminanti  bassi posti nel verde; un impianto di filodiffusione consentirà di garantire un ulteriore confort per la sosta.

Il percorso carrabile sarà presidiato mediante la posa di panchine, cestini e pali di illuminazione posti in maniera alternata.

Effettuate tutte le operazioni di scavo si procederà anche al rifacimento della rete fognaria delle acque meteoriche, con relativo posizionamento di pozzetti e caditoie.

L’intervento, il cui costo netto dell’appalto è di 167.667 + IVA, dovrà concludersi entro il 25 giugno prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento