Vigilantes, secondo giorno. Per gli abusivi pochi affari: "Vogliamo uno spazio dove lavorare"

Seconda giornata di sperimentazione dei servizi di vigilanza privata in spiaggia a Rimini, in vigore fino al 24 agosto per contrastare abusivismo commerciale e risse. Non sono stati segnalati scontri ma qualche venditore è riuscito comunque a scendere in spiaggia

Seconda giornata di sperimentazione dei servizi di vigilanza privata in spiaggia a Rimini, in vigore fino al 24 agosto per contrastare abusivismo commerciale e risse. Non sono stati segnalati scontri ma qualche venditore è riuscito comunque a scendere in spiaggia e a spostarsi tra gli ombrelloni. Imponente anche lo spiegamento di forze dell'ordine. In alcuni stabilimenti balneari c'è stato un fuggi fuggi alla vista delle divise ma non si sono creati episodi significativi.

Il secondo giorno di sperimentazione del servizio con vigilanza privata per contrastare l'abusivismo commerciale in spiaggia a Rimini ha, solo  in parte, dissuaso il fenomeno. Al passaggio delle forze dell'ordine gli ambulanti si dileguavano per poi riappropriarsi dello spazio in riva al mare dopo il controllo. Una scena che si e' replicata almeno cinque, sei volte durante il pomeriggio. Non si sono registrati scontri.

Gli ambulanti, molti dotati di licenza, aspettano risposte dal sindaco e dalle istituzioni. La loro richiesta e' quella di uno spazio dove lavorare. In quel caso sarebbero disposti a ''lasciare libera'' la battigia. Oggi, intanto, gli affari sono stati praticamente nulli. ''Per noi e' un dramma - affermano alcuni venditori -. Dobbiamo mangiare e abbiamo merce da vendere. Domani torneremo in spiaggia''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento