Violentata dal branco nel bagno del Cocoricò, momenti di terrore per una 18enne

La ragazzina si è sentita male in seguito al troppo alcol ingurgitato. Dopo essere stata soccorsa e portata nel bagno degli uomini, è stata accerchiata da un gruppo di ragazzi

Ha vissuto dei veri e propri momenti di terrore una ragazzina 18enne che, nella notte tra il 2 e il 3 agosto, è stata violentata nel bagno degli uomini del Cocoricò di Riccione. Secondo quanto raccontato dalla vittima, una turista veneta, si era recata nella discoteca della collina riccionese per una notte di divertimento ma, a un certo punto, la situazione le è sfuggita di mano. La 18enne, infatti, ha iniziato a bere un paio di cocktail a stomaco vuoto e gli effetti dell'alcol si sono subito fatti sentire. Dopo aver accusato un malore sulla pista da ballo, un ragazzo accanto a lei si è offerto di soccorrerla e l'ha portata di peso nella toilette degli uomini. Qui, il giovane, l'ha aiutata a riprendersi bagnandole il volto con l'acqua del lavandino e facendole aria. Più volte, inoltre, il soccorritore ha cercato di convincerla a lasciare il locale date le sue condizioni ma, la 18enne, ha preferito ignorare il consiglio e rimanere nel bagno degli uomini per far scorrere dell'acqua fredda sui polsi. Il ragazzo si è quindi allontanato, lasciando la turista veneta da sola, ed è a questo punto che nella toilette ha fatto irruzione un gruppo di giovani che hanno preso di mira la ragazza. La vittima ha raccontato di essere stata accerchiata e che il gruppo di ragazzi ha iniziato a molestarla infilando le mani nelle parti intime di lei che, terrorizzata, ha iniziato a urla e a divincolarsi fino a quando non è riuscita a fuggire prima che accadesse il peggio. Sconvolta per quanto accaduto, la 18enne si è rivolta al personale della sicurezza del locale che ha fatto intervenire sul posto gli agenti della polizia di Stato i quali hanno poi raccolto la denuncia contro ignoti sporta dalla giovane. Sono in corso le indagini per identificare il gruppo che ha aggredito la turista veneta.

In un comunicato stampa, diffuso nel tardo pomeriggio, la discoteca riccionese afferma che: "non c'è stato alcuno stupro all'interno del locale. In tal senso vogliamo precisare che la stessa ragazza ha escluso lo stupro e che il racconto della giovane non ha trovato riscontri nelle immagini video consegnate alle autorità competenti prontamente intervenute”. Secondo altre testimonianze, invece, la 18enne si era appartata volontariamente con un ragazzo nei bagni degli uomini della discoteca per un rapporto orale. La zona scelta dalla coppia era però di passaggio, e un gruppo di giovani l'avrebbe toccata nelle parti intime mentre passava. La coppia si sarebbe spostata allora nel bagno delle donne, ma poco dopo il ragazzo che accompagnava la 18enne si sarebbe allontanato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento