Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Riccione

Violenza sulle donne, a Riccione prosegue un punto di ascolto per le vittime

Pienamente operativo da mesi nell'ufficio della Commissione Pari Opportunità del comune della Perla Verde

Lo Sportello d’Ascolto avviato in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati ed un percorso coordinato con i Comuni del Distretto Sud di prevenzione alla violenza, con progetti mirati e con il servizio intercomunale, già attivo, della Casa Rifugio rivolta a donne vittime di violenza e ai loro figli minori, sono i percorsi portati avanti dall’Amministrazione Comunale contro le discriminazioni e la violenza di genere. Lo Sportello d’Ascolto grazie al contributo di esperti avvocati che, a rotazione vendono individuati dell’Ordine degli Avvocati a seconda della problematiche ed esigenze richieste, è pienamente operativo da mesi nell’ufficio della Commissione Pari Opportunità al piano terra della sede comunale. Ogni martedì dalla 15.30 alle 17.30 su appuntamento lo sportello è aperto e disponibile per fornire gratuitamente ogni informazione relativa a problematiche familiari e di violenza. Uno strumento di supporto sugli aspetti giuridici nella delineazione di un cammino di autonomia della donna e dei figli che costituisce un primo passo per andare incontro alle donne colpite da violenza di genere dentro e fuori  le mura domestiche. Il numero di telefono è lo 0541/608321.

Fare rete sul territorio con enti locali, Commissioni Pari Opportunità, Associazioni e Forze dell’Ordine, attraverso progetti territoriali ben definiti è un'altra strada concreta alla quale il comune di Riccione non intende rinunciare. Da qui la volontà di partecipare, con gli altri Comuni del distretto, al bando regionale di finanziamento a progetti di prevenzione e assistenza alle donne vittime di violenza e ai loro figli. Bando previsto nel Piano regionale contro la violenza di genere ai sensi della legge regionale 6/2014. Si tratta di progetti rivolti in primis alle donne ma anche agli uomini autori di violenza: la recidiva è straordinariamente alta. Su scala nazionale otto uomini su dieci rischiano di ricommettere i medesimi reati se non sono presi in carico da un servizio a loro dedicato. Domani, venerdì 30 settembre, per tutta la mattina sarà disponibile un'unità mobile della Polizia di Stato in Corso F.lli Cervi con operatori specializzati e materiale divulgativo.

“La presenza della Polizia con un gazebo informativo che si terra in Corso F.lli Cervi venerdì mattina 30 settembre giorno di mercato – afferma la presidente della Commissione Pari Opportunità Barbara Bassan - è molto importante e mi auguro venga colta da ogni donna come un’opportunità per fermarsi a riflettere e realizzare che se si ha bisogno di aiuto, occorre trovare in sé la forza per reagire. Invito dunque ad avvicinarsi all’unità mobile della Questura per chiedere ogni informazione o chiarimento necessari così come a ricorrere a tutta le rete di protezione rivolta alle donne che, assieme alle altre Forze dell’ordine, i nostri uffici comunali alla Persona e lo stesso Sportello d’Ascolto mettono loro a disposizione. Un approccio coordinato tra tutti i soggetti del territorio che operano nella rete territoriale di prevenzione e contrasto alla violenza di genere è operativo ed è fondamentale per non lasciare sole le donne vittime di violenza ”. A novembre prenderà avvio una serie di appuntamenti organizzati dalla Commissione Pari Opportunità di  incontri con l’autore ed iniziative allo scopo di tenere sempre accesa un’informazione con azione preventiva sulle violenze di genere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne, a Riccione prosegue un punto di ascolto per le vittime
RiminiToday è in caricamento