menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sulle donne, dal primo gennaio 2013 oltre 100 denunce ai carabinieri

Dati preoccupanti per la provincia di Rimini emersi durante la "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne". I colonnello Luigi Grasso: "I numeri facciano riflettere e servano da incoraggiamento per coloro che ancora non hanno avuto la forza di denunciare"

I carabinieri avevano segnalato la gravità del fenomeno esattamente una anno fa, anche allora alla vigilia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e i dati attuali non smentiscono il fenomeno in crescita dei casi denunciati di violenza sulle donne. Nel 2013 sono state oltre 100 le denunce raccolte dai Comandi dell’Arma dei carabinieri della Provincia di Rimini per delitti di generale violenza ai danni di vittime di sesso femminile come percosse, lesioni, minacce, maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e stalking. È un dato che deve far riflettere ma che presenta due differenti e contrapposte chiavi di lettura, la prima è che, nonostante l’impostazione socio-culturale abbia fatto negli ultimi decenni passi da gigante, permangono comunque nei confronti delle donne gravissime forme di violenza fisica, psicologica ed economica che stentano ad estinguersi e che rappresentano una vera e propria piaga sociale, la seconda è che i dati, finalmente, emergono.

I carabinieri sottolineano il coraggio delle donne, la loro volontà di reagire e di emergere dalla sottomissione a retaggi di un passato in cui tali comportamenti lesivi rimanevano nell’oblio. Basti pensare che le statistiche nazionali su queste fattispecie criminali di qualche anno fa (2006) non erano certo confortanti per l’esiguo numero di episodi denunciati (6-7% dei casi); oggi, invece, le cose stanno cambiando anche perché le donne stanno assumendo la consapevolezza di non essere più sole.

 “Importante è stato il risultato delle numerose iniziative promosse dalla Prefettura, dalle istituzioni nel loro complesso, da associazioni varie e dall’Arma dei Carabinieri della Provincia di Rimini, nel contesto di una rete condivisa e fortemente collaborativa - ha sottolineato il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Luigi Grasso. - Su tali iniziative questo Comando ha puntato fortemente stimolandone la diffusione e appoggiandone con convinzione le intenzioni. Cito, a puro titolo esemplificativo, alcune attività portate a compimento dai Carabinieri della Provincia pur sapendo di non riuscire ad elencarle tutte (distribuzione capillare di vademecum informativi sulla materia, incontri con gli studenti dei principali istituti superiori del territorio in collaborazione col Direttivo Scolastico Provinciale ed a cui hanno partecipato esponenti dei rispettivi Comuni e personale dell’associazione Rompi il Silenzio, corsi di autodifesa tenuti da personale dell’Arma in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche di Genere e Pari Opportunità del Comune di Rimini; Concerto di Primavera-Note di Viaggio, iniziativa benefica in collaborazione con l’associazione Rompi il Silenzio con raccolta fondi a favore della Casa delle Donne e la campagna “insieme si può” con tutti i Comuni del territorio e la dottoressa psicologa Arianna Piermarini). Per quanto ci riguarda l’attività in materia è anche di polizia giudiziaria e in questo frangente sono stati una decina nel solo 2013 gli arresti per stalking, portati a compimento dai Comandi di Stazione in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria e con altri militari appositamente individuati e specializzati nel contrasto a questo neo identificato fenomeno dalle mille sfaccettature, spesso di difficile analisi ed inquadramento; oltre 80 le denunce contro persone note resesi responsabili di reati di violenza in genere nei confronti delle donne. I numeri facciano riflettere e servano da incoraggiamento per coloro che ancora non hanno avuto la forza di denunciare affinché sappiano che tante donne hanno scoperto di non essere più sole e di poter contare sull’appoggio, il consiglio, la protezione e l’intervento di associazioni e istituzioni che in questa Provincia sono fortemente presenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento