Violenza su una bambina di 6 anni, assolto l'amico di famiglia

Lo straniero giudicato non colpevole dal giudice che ha accolto la tesi della difesa del 32enne

Un'accusa infamante, quella di aver abusato di una bambina di 6 anni, che è crollata davanti al Gip del Tribunale di Rimini. E' stato assolto, per non aver commesso il fatto, l'ecuadoregno 32enne imputato per la violenza sessuale sulla figlia di una coppia di amici. Il sudamericano, difeso dall'avvocato Giovanna Ollà, dopo 9 mesi di carcere è stato quindi prosciolto. A pesare la testimonianza della piccola vittima, ascoltata in sede di incidente probatorio con un'audizione protetta, che non ha confermato l'ipotesi accusatoria. Una perizia sulla vittima, inoltre, aveva confermato la sua capacità testimoniale ed è stata quindi ritenuta attendibile dal giudice. La vicenda risale allo scorso 2 dicembre quando, secondo le accuse, il 32enne ecuadoregno avrebbe molestato la piccola nell'auto dei genitori. Il sudamericano, clandestino e già noto alle forze dell'ordine per rapina, nella ricostruzione dell'accusa aveva trascorso il pomeriggio con il padre della piccola vittima e alcuni loro parenti.

La violenza sarebbe avvenuta all'interno dell'abitacolo dell'auto guidata dal papà dove, secondo quanto ricostruito, il 32enne occupava con la bambina il sedile posteriore e le avrebbe infilato le mani nelle parti intime. La piccola, terrorizzata, in un primo momento non avrebbe detto nulla e solo alla sera, quando la famiglia e il sudamericano erano tornati a casa, si sarebbe confidata con la madre riguardo a quei toccamenti che l'avevano anche fatta sanguinare. In un primo momento, la piccola aveva puntato il dito sul 32enne e, nell'appartamento, era scoppiato un putiferio con il padre della bambina che ha cercato di aggredire l'ecuadoregno prendendolo a pugni mentre, nel frattempo, sul posto era accorsa la polizia di Stato. Il personale della squadra Mobile e della Scientifica, tuttavia, erano stati in grado di repertare sulle mani del sudamericano tracce biologiche riconducibili alla vittima che, poi, era stata trasportata al pronto soccorso per le cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento