Viserbella, inaugurati i nuovi 89 alloggi Acer: "Costo d'affitto dai 350 euro"

"Sono contenta di aver visto visi conosciuti - ha detto il vicesindaco Gloria Lisi nel suo intervento - Volti che ho incontrato ai nostri sportelli sociali di via Ducale e che ritrovo sorridenti"

Il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi ha partecipato giovedì mattina, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, all’inaugurazione degli 89 alloggi a canone calmierato realizzati a Viserbella. Presenti il presidente di Acer Cesare Mangianti, il direttore Franco Carboni, il vice prefetto Clemente Di Nuzzo, il presidente della Provincia Stefano Vitali. Una cerimonia che si è conclusa con le parole d’augurio e la benedizione del Vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi.

“Sono contenta di aver visto visi conosciuti – ha detto il vicesindaco Gloria Lisi nel suo intervento - Volti che ho incontrato ai nostri sportelli sociali di via Ducale e che ritrovo sorridenti. E’ un momento di obiettivi raggiunti e dunque di gioia sia per i cittadini sia per l’Amministrazione comunale, che su questi 89 appartamenti ha investito oltre 9 milioni di euro".

"Abbiamo aperto il bando per l’accesso agli appartamenti l’anno scorso, in un periodo decisamente diverso da quando l’intervento è stato progettato: la crisi economica nel frattempo è diventata ancora più stringente, mettendo in difficoltà anche quelle famiglie che hanno sì una casa, ma faticano a mantenerla", ha proseguito Lisi.

"Il canone calmierato rappresenta un’opportunità per coprire quei bisogni che non sono tipici dell’edilizia popolare, ma che coinvolgono le famiglie comuni: con questi nuovi appartamenti infatti andiamo incontro alle esigenze di quelle persone che hanno un lavoro, ma che non riescono a sostenere un affitto a libero mercato", aggiunge Lisi.

"Si tratta infatti di appartamenti che in media costeranno di affitto dai 350 euro, molto al di sotto dei prezzi di mercato. Inoltre gran parte delle famiglie che entreranno in questi appartamenti hanno dei minori a carico, dando a questo intervento un valore aggiunto. La casa – conclude il vicesindaco - simboleggia lo spazio degli affetti ed è diritto di tutti averla, e che sia conforme ai bisogni. In questa direzione l’impegno dell’Amministrazione comunale è continuo e costante, agendo sui diversi aspetti e sulle diverse tipologie di bisogno che ci troviamo ad affrontare”.  

Il presidente Mangianti ha espresso soddisfazione per la conclusione “finalmente, di questa importante opera, che risponde alle esigenze di 89 famiglie. Purtroppo vi sono ancora troppe famiglie in lista d’attesa. E per questo diventa sempre più urgente, come ad ogni occasione ripeto, l’operazione di allineare il limite di reddito Ise-Isee, per la permanenza negli alloggi Acer, a quello di ingresso, per evitare che famiglie che non sono più in una situazione di oggettivo bisogno restino negli immobili. Questa operazione, già più volte caldeggiata da Acer stessa e dalla Conferenza degli Enti e dal Prefetto in Regione, consentirebbe di elevare il turnover di alloggi, ora fermo al 3 per cento”.

Mangianti ha infine sottolineato come gli alloggi erp di recente costruzione abbiano anche una alta qualità costruttiva”. mIl presidente della Provincia Vitali ha a sua volta espresso soddisfazione per l’inaugurazione di stamane, giunta dopo molti anni di lavori e vicissitudini e ha sottolineato l’importanza del valore della casa, e quindi di azioni di questo tipo, per il sostegno delle famiglie e di chi è, magari per un periodo, più in difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non supera la morte della madre per Covid e si toglie la vita

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

Torna su
RiminiToday è in caricamento