Circa 50 lupetti in visita al comando dei carabinieri, tra le auto e il fotosegnalamento

Dalle 15:00 alle 17:00 di oggi, nell'ambito del progetto della "Cultura della Legalità", circa 50 lupetti di Rimini, accompagnati dai genitori e dagli educatori, hanno fatto visita ai Carabinieri di via Carlo Alberto dalla Chiesa, nella sede del Comando Provinciale dell'Arma

Dalle 15:00 alle 17:00 di oggi, nell’ambito del progetto della “Cultura della Legalità”, circa 50 lupetti di Rimini, accompagnati dai genitori e dagli educatori, hanno fatto visita ai Carabinieri di via Carlo Alberto dalla Chiesa, nella sede del Comando Provinciale dell’Arma.Sono stati accolti dal  Comandante del Reparto Operativo, Ten. Col. Giacomo CAMPUS, dal Comandante della Compagnia, Cap. Ferruccio Nardacci, dal Comandante della Stazione, Luogotenente Angelo PANGIONE e dal Comandante della Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini, Angelo MARTUCCI. Dopo le presentazioni, i ragazzi sono stati condotti nell’area espositiva dei mezzi: qui hanno avuto modo di vedere e “provare” i mezzi dell’Aliquota Radiomobile (l’Alfa Romeo 159, la gazzella , le moto BMW 1100 di ultima assegnazione) avendo la possibilità di fare prove di collegamento radio con la Centrale Operativa.

Dopo aver provato anche il brivido di essere seduti sulle moto, i ragazzi hanno avuto modo di assistere ad alcune lezioni teoriche nel poligono in galleria presente in caserma. Qui, dopo aver appreso l’importanza dell’addestramento al tiro, un tiratore scelto ha spiegato le armi in dotazione ai Carabinieri, le tecniche di tiro mirato, la rosta ed il tiro d’emergenza. Poi vi è stata una piccola dimostrazione con il “tiro in bianco”.

Successivamente i “lupetti” sono stati divisi in gruppi per poter accedere ai locali dove si effettuano le operazioni di foto segnalamento: alcuni ragazzi hanno provato l’ebbrezza della foto segnaletica ed uno di loro ha “lasciato” l’impronta del suo dito indice sui cartelli dattiloscopici di solito utilizzati per le persone fermate od arrestate. Di seguito gli studenti sono stati accompagnati in centrale operativa ove hanno continuato la visita: qui hanno assistito ad operazioni in diretta. Alcune chiamate al 112, anche in lingua straniera. I Lupetti hanno appreso come funziona il Numero Unico Europeo d’Emergenza – NUE 112, come vengono gestite le richieste di soccorso, come avvengono i collegamenti via radio e come si effettua la radiolocalizzazione di una chiamata d’emergenza. Inoltre il Capo centrale ha spiegato l’importanza delle Banche dati e come si effettua il controllo di persone, veicoli e documenti quando una pattuglia ferma della gente in strada durante un servizio di controllo del territorio.

Infine, in un’area addestrativa realizzata ad hoc nel perimetro della caserma, i diligenti lupetti  hanno assistito ad una “simpatica esibizione” del Nucleo Cinofili di Bologna, appositamente fatti intervenire. Il cane Pluto, uno splendido esemplare di labrador, si è “esibito” per il giovane pubblico, rinvenendo una pistola e dell’esplosivo occultati all’interno di due autovetture.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento