Vittima e aggressore entrambi ricoverati all'ospedale di Rimini

Dopo l'accoltellamento di Marina Centro, il ferito è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico

Il ferito più grave, un ex ispettore della polizia Municipale di Rimini, è ricoverato all'Infermi dopo un delicato intervento all'addome in seguito alla coltellata ricevuta dal suo aggressore, un 42enne calabrese, anche quest'ultimo piantonato dalla polizia di Stato al pronto soccorso del nosocomio riminese a causa dei suoi problemi mentali. Questo il bilancio della feroce aggressione che, mercoledì pomeriggio, si è consumata a Marina Centro e che ha visto, tra i feriti, anche il figlio dell'ex agente raggiunto da un fendente alla spalla costringendolo a ricorrere alle cure dei sanitari. Sembra essere oramai accertata, invece, la dinamica che ha visto il 42enne trasformarsi in una furia e aggredire i due davanti al loro locale, il bar pizzeria Anyway, di viale Vespucci sotto il palazzo Arpesella.

+++GUARDA IL VIDEO DELL'ACCOLTELLAMENTO+++

A ricostruire la vicenda sono stati gli inquirenti della polizia di Stato che, secondo quanto emerso, aveva visto gli agenti delle Volanti intervenire nel locale circa un'ora prima dell'accoltellamento. Il calabrese, originario di Vibo Valentia, si era presentato al bancone del bar in evidente stato di alterazione, probabilmente dovuta all'alcol, chiedendo ancora da bere. Al rifiuto del titolare e del padre di questi, ne era nata un'accesa discussione tanto che, in viale Vespucci, era intervenuta una pattuglia della polizia. Gli agenti erano riusciti a convincere il 42enne ad allontanarsi e, dal momento che era privo di documenti, lo hanno accompagnato in un albergo della zona dove aveva affittato una camere.

La questione sembrava essersi risolta ma, verso le 19, il calabrese era tornato all'Anyway brandendo un coltello. Urlando frasi sconnesse, l'esagitato ha aggredito l'ex agente della Municipale, colpendolo con la lama all'addome, per poi sferrare un fendente alla spalla del figlio accorso per difendere il genitore. A bloccare il 42enne sarebbe stato un avventore, arrivato nel locale per ordinare una pizza, che è riuscito a disarmarlo e a bloccarlo a terra mentre partiva l'allarme che ha fatto arrivare in viale Vespucci sia le Volanti della polizia di Stato che due ambulanze e l'auto medicalizzata. Dopo l'operazione chirurgica, l'ex ispettore della Municipale è tuttora ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'Infermi, dove non sarebbe comunque in pericolo di vita, mentre il calabrese è anche lui in pronto soccorso, piantonato dalla polizia e sottoposto a fermo per lesioni, a causa dei suoi problemi mentali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento