Vongolare troppo sotto costa, pesanti sanzioni e sequestro di 800 chili di vongole

La motovedetta della Guardia Costiera è intervenuta nella notte tra lunedì e mercoledì pizzicando i natanti in una zona vietata

Con la riapertura della pesca si sono nuovamente intensificati i controlli della Guardia Costiera di Rimini che, nella notte tra lunedì e martedì, ha provveduto a vigilare sul rispetto della normativa e, in particolare, al rispetto dei limiti di distanza dalla costa. A bordo della motovedetta, quattro militari hanno pattugliato il tratto di mare di compentenza pizzicando due vongolare che erano impegnate in attività di pesca in zone non consentite, essendo sotto costa ad una distanza inferiore alle previste 0.3 miglia nautiche, in violazione delle disposizioni comunitarie e nazionali in materia. Tali illeciti amministrativi, come previsto dalla vigente normativa, hanno comportato: il sequestro di circa 800 kg di vongole, immediatamente rigettate in mare perché allo stato vivente, oltre all’attrezzatura da pesca utilizzata; sanzioni amministrative per complessivi euro 8.000. Inoltre, dette violazioni, hanno determinato la decurtazione di punti alle licenze di pesca e ai titoli professionali dei comandanti delle rispettive unità da pesca coinvolte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento