rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Novafeltria

Vuole riavere il suo pitbull: dà in escandescenza in Municipio e aggredisce i carabinieri

Giornata agitata a Novafeltria coi militari dell'Arma che sono intervenuti per calmare l'esagitato sotto l'effetto dell'alcol, necessario l'intervento del 118

Giornata agitata per i carabinieri di Novafeltria che, lunedì mattina, sono dovuti intervenire in Municipio per la presenza di un esagitato che in preda ai fumi dell'alcol stava minacciando e infastidendo i dipendenti comunali. All'arrivo della pattuglia del Radiomobile i militari dell'Arma hanno trovato quello che è stato poi identificato per un 38enne che, in preda a un raptus, aveva danneggiato una porta a calci e stava inveendo contro tutti i presenti mentre due agenti della Municipale cercavano di contenerlo. L'intervento dei carabinieri ha portato momentaneamente alla calma l'esagitato che, alla fine, è stato convinto a salire sull'auto di servizio per essere accompagnato in caserma. Arrivato però nel comando di via Aldo Moro, l'uomo ha ripreso a dare in escandescenza lanciando una serie di offese alle divise per poi colpire con forza a testate il vetro divisorio tra la sala d’attesa e l’ufficio del militare di servizio. I carabinieri sono intervenuti per cercare di bloccarlo ma ne è nata una colluttazione con il 38enne che ha iniziato a scalciare e a prendere a gomitate i presenti fino a quando è stato immobilizzato. A causa della sua agitazione è stato necessario chiedere l'intervento del 118 coi sanitari che hanno accertato l'intossicazione alcolica dell'uomo e poi soccorrere uno dei militari dell'Arma rimasto lievemente ferito e portato in pronto soccorso. Il 34enne è stato arrestato per resistenza, lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento. Processato per direttissima martedì mattina, l'uomo difeso dall'avvocato Massimiliano Baietta, ha spiegato al giudice di essere andato in Municipio per parlare col sindaco di Novafeltria e cercare di convincerlo a riaffidargli la custodia del suo pitbull attualmente rinchiuso in canile dopo aver aggredito una persona e di essere dispiaciuto per quanto successo lunedì. Il magistrato ha convalidato il fermo e disposto l'obbligo quotidiano di firma in attesa della prossima udienza fissata per il 22 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole riavere il suo pitbull: dà in escandescenza in Municipio e aggredisce i carabinieri

RiminiToday è in caricamento