rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Riccione

Weekend di furti e rapine. Un 19enne minaccia una coppia con un punteruolo e ruba collana d'oro

Fine settimana di controlli straordinari e di intenso lavoro per le forze dell’ordine a Riccione. Il bilancio dell'attività svolta dai Carabinieri è di due persone arrestate e sette deferite in stato di libertà

Fine settimana di controlli straordinari e di intenso lavoro per le forze dell’ordine a Riccione. In particolare i Carabinieri si sono concentrati nel contrasto della microcriminalità connessa al fenomeno delle baby gang ed alla prevenzione dei reati in genere. Il bilancio è di due persone arrestate e sette deferite in stato di libertà.

Un 19enne, italiano, è stato fermato in flagranza di reato ed arrestato con l’accusa di rapina aggravata in concorso. E’ stato sorpreso armato di un punteruolo con cui poco prima, in viale Dante a Riccione, aveva minacciato una coppia di turisti, consentendo ad un altro complice - in via di identificazione - di strappare la catena d’oro dal collo dell’uomo. I carabinieri del Nor, giunti tempestivamente sul luogo, hanno avviato immediatamente le ricerche sulla base della descrizione dei malviventi fornita dalle vittime e sono così riusciti ad individuare e bloccare poco dopo il giovane, accompagnato direttamente alla casa circondariale di Rimini.

Guai per un 17enne straniero, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Riccione. Durante un controllo ad un gruppo di giovani tra le vie del centro della Perla, i militari hanno accertato che il ragazzo risultava destinatario, dal luglio scorso, di un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale per i minorenni di Bologna per i reati di rapina, furto, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Condotto in caserma per le formalità di rito, il minore è stato successivamente accompagnato presso il Cpa per minori di Bologna;

Due nordafricani maggiorenni, entrambi pregiudicati, sono invece stati deferiti in stato di libertà con l’accusa di tentato furto e porto di oggetti atti ad offendere. In particolare, i due si erano dati alla fuga dopo essere stati sorpresi dal proprietario di un furgone mentre cercavano di asportare il suo borsello lasciato sul sedile del mezzo. I carabinieri della Stazione di Riccione, avviate immediatamente le ricerche, hanno poco dopo rintracciato i due e rilevato, tra l’altro, che uno di essi era in possesso di un coltello, immediatamente sequestrato.

I carabinieri della Stazione di Misano Adriatico hanno denunciato in stato di libertà un pregiudicato nordafricano con l’accusa di rapina impropria, ricettazione e simulazione di reato. Nello specifico, i militari hanno ricostruito che l’indagato, sorpreso nel corso di un furto in abitazione, dopo aver spintonato la proprietaria di casa, si era dato alla fuga a bordo di un’autovettura che egli stesso aveva denunciato come rubata nel mese di luglio. Rintracciato e bloccato poco dopo dai militari, l’uomo è stato trovato in possesso di un telefono cellulare risultato oggetto di un precedente furto.

I carabinieri della Sezione Radiomobile del Nor7 di Riccione hanno deferito un pregiudicato maggiorenne italiano per inosservanza del foglio di Via obbligatorio dal comune di Riccione a cui era sottoposto. Infine tre utenti della strada sono stati deferiti per guida in stato di ebrezza poiché risultati positivi alla prova dell’etilometro, con conseguente ritiro della patente di guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend di furti e rapine. Un 19enne minaccia una coppia con un punteruolo e ruba collana d'oro

RiminiToday è in caricamento