A Pennabilli forum sul Turismo Sostenibile

Il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello comincia la proceduta per l’ottenimento della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS)

Il Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello comincia la proceduta per l’ottenimento della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS). Per meglio comprendere l’opportunità che si può cogliere e cercare il contributo di tutti coloro che ritengono necessaria e condivisibile una strategia di sviluppo sostenibile in campo turistico, lunedì 14 maggio a Pennabilli  alle ore 15.30 - nella sede del Museo Naturalistico e Centro visite in Via dei Tigli 5 - si terrà il secondo Forum di presentazione e dibattito, nel corso del quale verranno presentate anche alcune “buone pratiche” realizzate nei territori di altre Aree Protette e saranno approfonditi il significato e le opportunità offerte dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile.

La Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) è uno strumento metodologico ed una certificazione (non di qualità, ma di processo) che permette una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile. Gli scopi fondamentali della Carta sono: aumentare la conoscenza e il sostegno per le aree protette europee come parte fondamentale del patrimonio, da preservare per la fruizione delle generazioni attuali e quelle a venire; migliorare lo sviluppo sostenibile e la gestione del turismo nelle aree protette, rispettando i bisogni dell’ambiente, dei residenti, delle imprese locali e dei visitatori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento