rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

A Rimini 60 metalmeccanici non rinnovati: scatta lo sciopero

Per protestare Fim, Fiom Uilm, assieme a Nidil Rimini, Felsa Romagna e Uiltemp, indicono uno sciopero degli straordinari

Sono una sessantina, nel riminese, i lavoratori delle aziende metalmeccaniche somministrati o a tempo indeterminato che non saranno rinnovati. Per protestare Fim, Fiom Uilm, assieme a Nidil Rimini, Felsa Romagna e Uiltemp, indicono uno sciopero degli straordinari in queste imprese poiche' "non e' accettabile che aziende strutturate, ai primi segnali di contrazione del mercato, non tentino di conservare anche solo temporaneamente dei rapporti di lavoro non rinnovando contratti a lavoratori che in alcuni casi sono stati formati per anni". Non solo, ma questi episodi, rincarano i sindacati, avvengono "nelle stesse aziende dove vengono avanzate ai colleghi a tempo indeterminato, richieste di flessibilita' o straordinari". Per le sigle, il primo impatto di queste scelte ricade "sul lavoratore che si vede scaricato dall'azienda, ma un minuto dopo il problema diventa dei colleghi che devono sopperire ad una struttura riorganizzata, ridimensionata e dove sara' necessario formare nuovi colleghi con dispendio di energie molto spesso non ripagate". Per questo Fim, Fiom Uilm, assieme a Nidil Rimini, Felsa Romagna e Uiltemp invocano un confronto con le istituzioni a partire dalla prefettura perche' ci sia "la giusta attenzione su un tema che, per cio' che appare a noi e' solo la punta di un iceberg". (fonte dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Rimini 60 metalmeccanici non rinnovati: scatta lo sciopero

RiminiToday è in caricamento