rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Economia

Gli affitti sono alle stelle, +40% e con 21 euro medi al metro quadro risultano i più alti in Regione

Lo riporta l'indagine di Immobiliare.it, per chi invece vuole comprare casa in provincia di Rimini (seconda dietro Bologna) ci vogliono in media oltre 3.000 euro al metro quadro

Continua il periodo positivo per il mercato immobiliare emiliano-romagnolo, con un 2022 caratterizzato da prezzi in aumento sia per gli immobili in vendita, sia per quelli in affitto. Questo è quanto rilevato da Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, nell’Osservatorio annuale sul settore residenziale curato da Immobiliare.it Insights. In particolare, i prezzi per gli immobili in vendita sono cresciuti del 3,9% rispetto al 2021, con un incremento moderato nel quarto trimestre (+1,7%), che porta a 2.075 euro il prezzo medio al metro quadro richiesto.

Situazione diversa per i prezzi relativi agli affitti, che crescono nettamente su base annua dell’11,1% ma che, allo stesso tempo, si arrestano negli ultimi tre mesi dell’anno (-0,5%), con un prezzo medio al metro quadro all’interno della regione pari a 12,4 euro.

I trend regionali

Per quanto riguarda le compravendite, è possibile notare come il mercato regionale abbia visto una crescita della domanda negli ultimi 12 mesi pari al 2,6%, a cui però si contrappone una frenata nel quarto trimestre (-0,7%). Allo stesso tempo, lo stock di immobili in vendita si riduce di quasi il 10% nell’ultimo anno, anche se è stabile (+0,3%) negli ultimi tre mesi.

Trend di segno analogo per il mercato delle locazioni emiliano-romagnole, con una crescita molto pronunciata della domanda su base annua (+39,2%), ma con una decisa frenata nell’ultimo trimestre, tradotta in una contrazione del 12,1%. Per lo stock di immobili in affitto, alla netta decrescita su base annua che sfiora il 34% si contrappone un incremento nell’ultimo trimestre (+4,1%).

I trend per città e province

Guardando ai risultati relativi agli immobili in vendita nelle diverse province e capoluoghi dell’Emilia-Romagna, vediamo come l’aumento dei prezzi sia generalizzato per quasi tutti i territori regionali. Tra i dati migliori spicca il comune di Reggio Emilia, la cui crescita supera l’8% arrivando oltre i 1.800 euro al metro quadro. Fanno invece eccezione le province di Parma e Piacenza, entrambe col segno meno ma con decrementi inferiori all’1%. Seppur con tassi più moderati, gli aumenti sono quasi omogenei anche per il dato trimestrale, con l’unica eccezione della provincia di Ravenna che mostra una decisa frenata (-2,5%) nel quarto trimestre. Il comune emiliano-romagnolo che costa di più resta il capoluogo Bologna, che con una crescita dei prezzi del 4,5% nel 2022 arriva a toccare i 3.263 euro al metro quadro, mentre la provincia di Rimini è seconda, appena sopra ai 3.000 euro al metro quadro.

Andando invece ad analizzare la domanda degli immobili in vendita, possiamo notare come questa vari in modo molto diverso sul territorio emiliano-romagnolo rispetto alla media regionale per quanto riguarda sia il 2022, sia gli ultimi tre mesi. Da segnalare il caso di Ferrara, dove nel 2022 i potenziali acquirenti si sono mostrati molto più interessati a comprare in città, dove la domanda è cresciuta del 18,9% (miglior dato in regione), rispetto alla provincia, territorio che decresce di più su base annua (-7,7%). Il comune è inoltre quello dove l’interesse aumenta in misura maggiore su base trimestrale (+24,3%).

Il dato dell’offerta di immobili in vendita è invece molto più generalizzato nella sua diminuzione rispetto al 2021, con l’unica eccezione della provincia di Piacenza e dei comuni di Ravenna e Rimini, in crescita. Su base trimestrale, il dato in controtendenza più evidente è quello del comune di Bologna, dove lo stock è aumentato di quasi il 18%.

I trend nel comparto della locazione

Per quanto riguarda gli affitti, le variazioni annuali dei prezzi in regione sono molto diverse tra loro, ma tutte convergono sul segno più. Tra queste, svetta la provincia di Rimini con rialzi medi oltre il 40%. Il territorio più caro è proprio quest’ultimo, l’unico che supera i 20 euro al metro quadro in regione (21,3 euro/mq).

Le variazioni della domanda per gli immobili in affitto non sono omogenee in regione: diversi sono i territori con segno diverso o che differiscono molto rispetto alla media emiliano-romagnola. Un caso interessante è ancora una volta quello di Ferrara, il cui comune vede una crescita dell’interesse per il settore degli affitti che è quasi raddoppiato su base annua. Da segnalare invece, su base trimestrale, due casi molto diversi rispetto al trend regionale: parliamo del capoluogo di provincia Ravenna (-49,5%) e, con segno opposto, della provincia di Rimini (+40,6%).

Per quanto riguarda l’offerta di immobili in locazione, le variazioni regionali negative su trimestre e anno non sono generalizzate: in alcuni comuni, infatti, si osserva un incremento dello stock molto importante. È il caso, in primis, del comune di Ravenna, che vede l’offerta aumentare dell’84,2% rispetto al 2021.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli affitti sono alle stelle, +40% e con 21 euro medi al metro quadro risultano i più alti in Regione

RiminiToday è in caricamento