menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Babbi nuovo direttore Enit: "Slancio per il turismo"

Il Cda dell'Enit, in vista della scadenza imminente del mandato di Paolo Rubini, ha designato lunedì Andrea Babbi nuovo direttore generale

Il Cda dell'Enit, in vista della scadenza imminente del mandato di Paolo Rubini, ha designato lunedì Andrea Babbi nuovo direttore generale.Babbi, informa una nota, e' attualmente amministratore delegato dell'Apt Servizi Emilia Romagna.“La nomina rappresenta non solo il riconoscimento del sostanziale primato delle politiche turistiche, ideate e attuate dalla Regione Emilia Romagna d’intesa con i territori nell’ultimo decennio. Ma soprattutto, e in prospettiva, un’occasione fondamentale di trasportare nel luogo che dovrà rilanciare la boccheggiante promozione turistica nazionale molta dell’esperienza e del know how maturato e affinato sul campo da quel modello riminese che Babbi conosce alla perfezione”.

Lo dichiara il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. “Ad Andrea Babbi vanno gli auguri e gli incoraggiamenti più forti. La sua nomina rappresenta il lavoro di tanti che in queste terre hanno lavorato per il turismo. Oggi abbiamo la possibilità di svolgere una fattiva collaborazione e di appuntare alcune delle questioni aperte e da troppo tempo inevase dalla programmazione centrale. A partire dall’assunto principale, ovvero che il turismo è un settore industriale a tutti gli effetti e dunque merita pianificazione accurata, investimenti a sostegno, guida manageriale e pretende altissima professionalità da ogni sua componente, sia politica che operativa. Non dipende da una contingenza metereologica ma da una programmazione forte che dal centro deve essere condivisa e irradiarsi in ogni parte periferica. Francamente, il gioco della frammentazione, o peggio della polverizzazione, della promozione turistica italiana all’estero ha prodotto inefficienze e sprechi: che senso hanno costosi stand o costosi spot di minuscole porzioni di territorio nazionale ad ‘aggredire’ mercati come quello cinese o statunitense? Forse è giusto ripensare a questo format, ipotizzando un nuovo coinvolgimento di quei territori dinamici che si muovono in piena sinergia tra pubblico e privato e che possono vedere nell’Enit lo strumento reale di una promo commercializzazione sotto l’ombrello della destinazione Italia. Non solo. Babbi sa bene che si contano sulle dita di una mano le parole italiane che possono fungere da attrattori del turismo internazionale. Tra queste c’è sicuramente Federico Fellini, chiave universale per capire la contemporaneità in un ambito molto più vasto che quello strettamente cinematografico. Se il Ministero del turismo ed Enit definissero una campagna di promozione dell’Italia attraverso Fellini sarebbe non tanto l’omaggio a un grande maestro del cinema ma il più conveniente e razionale strumento per raggiungere con semplicità mercati turistici altrimenti scarsamente ricettivi circa le eccellenze nazionale.”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento