menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ministro Orlando inaugura Ecomondo: "Spingere sulla Green Economy per uscire dalla crisi"

Spingere sulla Green Economy per uscire dalla crisi. La proposta arriva dal Ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, che mercoledì mattina a Rimini Fiera ha inaugurato il grande polo espositivo dedicato alla sostenibilità

Spingere sulla Green Economy per uscire dalla crisi. La proposta arriva dal Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, che mercoledì mattina a Rimini Fiera ha inaugurato il grande polo espositivo dedicato alla sostenibilità. Fino a sabato il quartiere fieristico ospita, in contemporanea, Ecomondo, Key Energy, Cooperambiente, Sal.Ve, H2r e Key Wind: più di mille aziende espositrici, che attendono oltre 80mila visitatori, occupano tutti i sedici padiglioni.

Al taglio del nastro nella hall Sud, davanti ad un folto pubblico di operatori, Orlando ha sottolineato “l’antico rapporto di Rimini con l’ambiente come motore di sviluppo”. Secondo il Ministro, “la coscienza ambientale del Paese, da fenomeno di élite, è diventata un fattore di progresso e riqualificazione del modello economico. Ecomondo cerca di dare concretezza alla green economy, ponendo le basi per un nuovo modello di sviluppo. La sfida – ha aggiunto – è trasformare le sfide ambientali in sfide collettive. La sostenibilità deve essere non solo ambientale, ma sociale: migliorare la qualità della vita è un’esigenza improcrastinabile”. Una sfida che, secondo Orlando, è particolarmente cruciale sul fronte del lavoro: “Il comparto ‘verde’, strutturalmente, cerca un’occupazione più giovane e più qualificata rispetto agli altri settori. Non a caso gli Stati Generali della Green Economy lanceranno l’idea di un ‘Green new deal’ per l’Italia, costruito intorno al concetto di città sostenibile”.

A margine dell'evento il ministro Orlando ha illustrato la sua ricetta per gli inceneritori: "Dobbiamo puntare all'uso zero delle discariche e evitare di trasportarli all'estero ma non abbiamo bisogno di altri inceneritori. Quelli che ci sono funzionano sotto capacità: dobbiamo usarli in modo meno campanilistico e certe scelte di impronta un po' leghista che hanno fatto molte Regioni vanno superate". Lo ha detto, in un passaggio del suo intervento alla seconda edizione degli Stati Generali della Green Economy, il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando. "Non si capisce, ad esempio - ha aggiunto - perché non si possano portare rifiuti da una provincia vicina solo perché è in una altra regione. Ad ogni modo, ha proseguito, "dobbiamo batterci perché non ci siano forme di demonizzazione degli inceneritori: meglio il riciclo e il riuso ma - ha sottolineato ancora - è meglio un termovalorizzatore, o più brutalmente un inceneritore, di una discarica". Sempre in tema di lotta alla generazione di rifiuti e allo spreco, il ministro dell'Ambiente ha poi toccato il tema del cibo e del recente piano di prevenzione dello spreco alimentare definendo "inaccettabile l'idea che il cibo diventi un rifiuto e un costo: è un fatto - ha chiosato - anche moralmente inaccettabile".

Per il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, “Ecomondo mostra alcune traiettorie importanti di sviluppo del Paese. Ora è il momento di iniziare a correre: una parte dell’Europa ha già fatto della trasformazione urbana e dello sviluppo sostenibile uno strumento di rigenerazione anche morale. Questa è l’unica strada per dare all’Italia speranza, economia, lavoro: il nostro patrimonio di bellezza è troppo spesso circondato da contesti urbani degradati”.

“Spero che saranno quattro giornate orientate alla concretezza del business – ha auspicato il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni – Questo è un evento leader in Italia e fra i più importanti in Europa, che ha registrato una crescita di 30mila presenze negli ultimi cinque anni”. Cagnoni ha quindi ricordato “i progetti innovativi e di successo nati intorno a Ecomondo, Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia”: Key Energy, Fiera Internazionale per l’Energia e la Mobilità Sostenibili, Cooperambiente, Fiera dell’Offerta Cooperativa di Energia e Servizi per l’Ambiente di Legacoop e, da quest’anno, Key Wind, Salone dedicato all’intera filiera dell’energia eolica, organizzato con Anev, oltre all’arrivo (da Roma) di H2R – Mobility for Sustainability (auto elettriche ed ibride) e al ritorno di Sal.Ve (Salone dei veicoli per l’ecologia, in collaborazione con Anfia). All’inaugurazione erano presenti anche l’onorevole Emma Petitti e l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna Gian Carlo Muzzarelli, oltre ad una vasta rappresentanza di Autorità e Associazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento