Banca Carim, approvato per il 2015 un bilancio di svolta

Certificati gli esiti dell’incisiva azione di risanamento. Il Piano Industriale 2016 – 2017 introduce tratti di discontinuità economica e gestionale rispetto al passato e prefigura significativi margini di crescita

Il bilancio 2015 di Banca Carim certifica gli esiti dell’incisiva azione di risanamento. Il Piano Industriale 2016 – 2017 recentemente approvato introduce tratti di discontinuità economica e gestionale rispetto al passato e prefigura significativi margini di crescita della competitività aziendale nel percorso di creazione di valore, già a far tempo dall’esercizio in corso. In crescita l’operatività e il risultato dell’attività caratteristica con la clientela. La perdita d’esercizio (37,9 mln) riflette la confluenza nell’anno degli oneri straordinari della ristrutturazione aziendale (cessione delle Filiali periferiche e incentivazione all’esodo), della cessione di crediti deteriorati (35 mln), e della maggiore copertura dei crediti anomali, nonché il contributo al salvataggio delle quattro banche in crisi. I recuperi di efficienza così conseguiti saranno destinati ai nuovi investimenti previsti dal piano industriale 2016-2017 per il rilancio aziendale.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dell’esercizio 2015: impieghi a clientela stabili (-0,5%), in linea con il sistema (-0,3%). Carim ha erogato nell’anno 244 mln di nuovi finanziamenti a beneficio di 4.113 prenditori, con una forte crescita nel settore dei mutui per l’abitazione e dei finanziamenti agli investimenti, confermandosi Banca di riferimento per famiglie e piccole medie imprese, per garantire il supporto finanziario al tessuto imprenditoriale dei territori di insediamento. Raccolta in lieve flessione (-3,2%), anche a seguito della dismissione delle Filiali di Abruzzo e Molise. Risultato dell’attività ordinaria in miglioramento, nonostante la flessione dei tassi; commissioni nette a € 33,0 mln (+8,1%), Margine operativo positivo per € 21,5 mln, nonostante il minore rendimento del Portafoglio Titoli di proprietà, gli oneri straordinari connessi alle misure di incentivazione all’esodo del personale dipendente e la contribuzione al Fondo di Garanzia dei Depositi e al Fondo di Risoluzione delle crisi bancarie (4,6 mln).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rettifiche su crediti per oltre 70 mln ed eliminazione di crediti deteriorati  per circa 170 mln: realizzata la prima operazione di cessione di crediti anomali. Ridotto il valore degli avviamenti di circa 9 mln a seguito della cessione delle Filiali periferiche. Ridotte le spese amministrative (-6,1%). Il Tier1 ratio ed il Total Capital ratio si attestano rispettivamente a 8,53% e 10,86%. Adeguate riserve di liquidità: in data 15 marzo Banca Carim rimborsa alla clientela un prestito subordinato da 50 mln.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento