Banca Carim emette "social bond" a favore delle parrocchie

Il progetto ‘Social Bond Parrocchie della Diocesi di Rimini’, che riveste un grande rilievo sociale, consentirà alla Banca di mettere a disposizione dei parroci risorse economiche indispensabili per lo svolgimento delle capillari azioni di sostegno alle fasce sociali più deboli del territorio.

Nella foto Sido Bonfatti

Da lunedì fino al 28 febbraio in tutte le filiali di Banca Carim, sarà possibile sottoscrivere un prestito obbligazionario con finalità sociali (Social Bond) che consentirà alla clientela di effettuare un investimento a tasso fisso e contestualmente di scegliere una Parrocchia della Diocesi di Rimini alla quale destinare una liberalità totalmente a carico della Banca. Il progetto ‘Social Bond Parrocchie della Diocesi di Rimini’, che riveste un grande rilievo sociale, consentirà alla Banca di mettere a disposizione dei parroci risorse economiche indispensabili per lo svolgimento delle capillari azioni di sostegno alle fasce sociali più deboli del territorio.

“Il prestito obbligazionario a sfondo sociale – spiega il presidente di Banca Carim, Sido Bonfatti - è uno strumento il cui utilizzo è in crescita nel nostro Paese ed è in grado di integrare le risorse pubbliche, risultando così particolarmente coerente con l’attuale realtà italiana. Con l’incorporazione di Eticredito abbiamo assunto una precisa vocazione di banca commerciale che opera istituzionalmente anche con finalità etiche, tenendo insieme la dimensione imprenditoriale e il contributo sociale. Banca Carim devolverà a titolo di liberalità lo 0,50% dell’importo nominale collocato alla Parrocchia segnalata dal cliente, scelta fra quelle presenti nell’elenco predisposto dalla Diocesi di Rimini e disponibile sul sito www.diocesi.rimini.it. Pertanto, in caso di totale sottoscrizione, Banca Carim devolverà alle Parrocchie 75.000 Euro”.

Il Social Bond emesso da Banca Carim ha un plafond di 15 milioni di euro e sarà sottoscrivibile dal 3 al 28 febbraio 2014, salvo chiusura anticipata per esaurimento. Dal punto di vista finanziario il prestito presenta le seguenti caratteristiche: taglio minimo sottoscrivibile 1.000 euro (e multipli di 1.000 euro), durata 3 anni (14/2/2014 - 14/2/2017), tasso fisso lordo 1,90%, cedola semestrale. Come già precisato, la percentuale dello 0,50% sul valore nominale collocato destinato alle Parrocchie è totalmente a carico di Banca Carim.

L’iniziativa segue quella attivata alla fine del 2013 con l’emissione di Social Bond a favore della Comunità di San Patrignano, utile ad alimentare il progetto, già in corso di realizzazione, per ristrutturare ed ampliare alloggi all’interno della comunità. I 15 milioni del plafond si sono esauriti anticipatamente rispetto alla scadenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento