Banca Popolare Valconca cartolarizza i propri mutui per 335 milioni

L'operazione ha permesso di aumentare la dotazione di liquidità dell'istituto di credito

Roberto Torre

Banca Popolare Valconca rafforza il proprio profilo di liquidità realizzando due operazioni di “auto- cartolarizzazione” (cessione di mutui a fronte di un emissione obbligazionaria) per circa Euro 335 milioni. Le due operazioni, realizzate con l’assistenza dell’arranger FISG (Gruppo Banca Finint) e dello Studio Legale RCC in qualità di consulente legale, hanno riguardato in sintesi un portafoglio granulare di mutui ipotecari residenziali in bonis di circa Euro 117 milioni e un portafoglio di crediti derivanti da mutui commerciali ipotecari e chirografari erogati a piccole e medie imprese di circa Euro 218 milioni, distribuiti prevalentemente nelle provincie di Rimini, Forlì - Cesena e di Pesaro.

A fronte della cessione da parte della Banca dei due portafogli, la società per la cartolarizzazione denominata “Valconca SPV” ha emesso: (i) in data 28 giugno 2018, con riferimento alla prima operazione, una classe di titoli senior a tasso variabile pari a Euro 99 milioni dotati di rating da parte di DBRS e S&P ed una classe di titoli junior pari a circa Euro 19,5 milioni; e (ii) in data 25 luglio 2018, con riferimento alla seconda operazione, una classe di titoli senior a tasso variabile pari a Euro 155 milioni dotati di rating da parte di DBRS e S&P ed una classe di titoli junior pari a circa Euro 66 milioni. I titoli senior di entrambe le operazioni sono quotati presso il segmento ExtraMOT PRO della Borsa Italiana.

Da evidenziare per entrambe le operazioni la valutazione estremamente positiva da parte delle agenzie di rating a conferma della qualità e della solidità del portafoglio crediti della Banca sia per quanto riguarda i mutui residenziali che i finanziamenti alle PMI. Risultati che avvalorano il successo del percorso di rilancio e consolidamento intrapreso dal management della Banca. I titoli senior di entrambe le operazioni sono stati sottoscritti dalla Banca stessa che ha potuto così aumentare la propria disponibilità di strumenti idonei di alta qualità e liquidabilità per operazioni di rifinanziamento con l’Eurosistema, ovvero per poter attingere in futuro al mercato dei capitali.

“Con queste due operazioni di auto-cartolarizzazione, Banca Popolare Valconca conferma la sua propensione all’efficienza ed all’innovazione – dichiara Roberto Torre, Direttore Generale della Banca - Siamo
particolarmente soddisfatti dei risultati di queste operazioni che migliorano decisamente il nostro profilo di liquidità. Tali risorse potranno essere destinate anche a nuovi impieghi a sostegno del territorio.” La Banca, alla sua prima esperienza nell’affrontare la tecnica della cartolarizzazione come strumento alternativo di finanziamento, grazie anche al supporto dei consulenti esterni, ha potuto completare in tempi molto brevi e con risultati al di là delle aspettative entrambe le operazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento