Bilancio, il consiglio approva le linee guida: 38 milioni di interventi per la città

Con 19 voti favorevoli e 8 contrari, il consiglio comunale di Rimini ha approvato giovedì sera le linee guida del bilancio 2015-2017. "Un atto che arriva in anticipo rispetto agli anni passati", spiega l'assessore al Bilancio Gian Luca Brasini

Con 19 voti favorevoli e 8 contrari, il consiglio comunale di Rimini ha approvato giovedì sera le linee guida del bilancio 2015-2017. “Un atto che arriva in anticipo rispetto agli anni passati – spiega l’assessore al Bilancio Gian Luca Brasini – e che ci consente di dare gambe ai tanti investimenti che abbiamo messo in cantiere. Ci sono oltre 38 milioni di risorse che abbiamo destinato a interventi per la città che vogliamo vengano appaltati in tempi brevi affinché partano il prima possibile. Rispettando questa tabella di marcia contiamo di arrivare all’approvazione del bilancio entro il mese di febbraio”.

Le linee guida arrivano alla vigilia di importanti novità, come l’avvio dal 1 gennaio 2015 della contabilità armonizzata che obbligherà gli Enti locali a procedere a variazioni significative delle proprie scritture contabili, con il bilancio “destinato a diventare sempre più uno strumento di programmazione”. “Altre novità invece sono ancora lontane dall’essere definite, come l’introduzione della local tax, una riforma che dovrebbe consentire ai cittadini di comprendere realmente come vengano utilizzati i soldi delle loro tasse, ma di cui al momento non abbiamo certezze. Di sicuro invece ci sono gli ulteriori tagli al fondo di solidarietà comunale che si stimano in circa 5 milioni di euro ulteriori rispetto all’esercizio 2014. - continua Brasini -  A fronte di questa indeterminatezza, l’Amministrazione Comunale risponde confermando il contenimento della tassazione e l’impianto dello scorso anno, tutelando in primo luogo le fasce deboli. Si proseguirà inoltre con l’azione di spending review e di progressiva ristrutturazione della spesa garantendo il mantenimento della qualità e quantità dei servizi erogati, aspetto fondamentale in una fase come quella attuale che vede i Comuni come ultimo e unico baluardo per i crescenti bisogni dei cittadini”.

Tra le linee guida del prossimo bilancio anche una sempre maggiore attenzione al sistema delle imprese. “Oltre a confermare la riduzione delle aliquote Imu per gli immobili produttivi e la non applicazione della Tasi per le imprese e per gli affittuari, stiamo studiando l’introduzione per la “no tax area” per le nuove imprese. Sono infatti allo studio linee di intervento specifiche per sostenere, attraverso eventuali azioni sulla fiscalità locale a partire dal rimborso ad esempio di Imu e Tari, nuove imprese che decidano di investire in campi innovativi, start up o che decidano di creare nuova occupazione”, dice l'assessore. A sostegno delle imprese anche l’impegno del Comune di Rimini a continuare a rispettare i 30 giorni di tempo di pagamento. “Prosegue infine la riduzione dell’indebitamento del Comune di Rimini che nel periodo 2011/2014 ha subito una riduzione di quasi 30 punti percentuali”. Approvato anche il primo dei quattro emendamenti presentato dal consigliere Fabio Pazzaglia e subemendato dal consigliere Samuele Zerbini che impegna l’Amministrazione a collaborare con l’associazionismo riminese per mettere a disposizione dell’accoglienza dei senzatetto uno stabile comunale, senza oneri per l’amministrazione.

Approvata con 18 voti favorevoli (la minoranza presente in aula non ha partecipato al voto) la trasformazione del consorzio e successiva aggregazione delle tre agenzie romagnole che gestiscono la programmazione e il controllo del trasporto pubblico locale. Un passaggio “che garantirà la costituzione di un soggetto unico di area vasta, che si occuperà esclusivamente di un servizio primario per le comunità” e che arriva ad affiancare “percorso di razionalizzazione, alleggerimento dei costi e efficientamento dei servizi di Agenzia Mobilità Rimini già attivato dal Comune di Rimini negli ultimi tre anni”, spiega Brasini. Infine, approvata all’unanimità la mozione “Codice rosa. percorso di accoglienza al pronto soccorso da assegnare alle donne vittime di violenza" presentata dai consiglieri Valeria Piccari e Giovanna Zoffoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La seduta di giovedì sera  si è aperta ieri con l’omaggio alla città e al Consiglio comunale da parte del Coro Amintore Galli, che dopo aver eseguito il consueto inno nazionale che come tradizione apre i lavori del Consiglio, si è esibito nel “Va pensiero” di Verdi per poi concludere con un canto natalizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento