Camera di Commercio, in lieve aumento il numero delle imprese attive

Nel terzo trimestre del 2018 si sono verificate 396 iscrizioni e 354 cancellazioni (al netto di quelle d’ufficio) per un saldo positivo di 42 unità

I dati più recenti della Camera di Commercio confermano l’elevata e diffusa imprenditorialità del territorio riminese rispetto al livello regionale e ancor più a quello nazionale. Stabili le localizzazioni attive (sedi e unità locali); in rallentamento la flessione delle imprese attive (sedi). Crescono le imprese attive nel settore dell’alloggio e ristorazione; in aumento anche alcuni comparti del terziario (servizi di ICT, attività professionali, servizi di supporto alle imprese, altre attività di servizi). Continua l’aumento del numero delle società di capitale. Secondo i dati Infocamere-Movimprese elaborati dall’Ufficio Statistica e Studi della Camera di commercio della Romagna, al 30 settembre 2018 in provincia di Rimini al 30 settembre 2018 si contano in totale 39.650 imprese registrate, di cui 34.444 attive. Le localizzazioni (sedi di impresa e unità locali) registrate sono 48.998, di cui 43.446 quelle attive (+0,3% rispetto al medesimo periodo del 2017).

L’imprenditorialità si conferma diffusa: 102 imprese attive ogni 1.000 abitanti (91 imprese a livello regionale e 85 a livello nazionale). Nel terzo trimestre del 2018 si sono verificate 396 iscrizioni e 354 cancellazioni (al netto di quelle d’ufficio) per un saldo positivo di 42 unità; +0,11% è il tasso di crescita trimestrale delle imprese registrate, dato in linea con il corrispettivo regionale (+0,10%) ma inferiore rispetto all’analogo tasso nazionale (+0,20%). Nel confronto con il 30 settembre 2017 si riscontra una stabilità delle imprese attive (+0,02%), in controtendenza alla dinamica regionale (-0,4%) e in linea con il dato nazionale (+0,1%). Con riferimento ai principali settori economici si trovano, nell’ordine, il Commercio (25,9% sul totale), in flessione (-0,9%) rispetto al medesimo periodo del 2017; le Costruzioni (incidenza del 14,1%, in flessione dello 0,9%); l’Alloggio e ristorazione (13,8%, stabile) e le Attività immobiliari (9,3%), in aumento dello 0,6%.

Riguardo alla natura giuridica, le società di capitale (19,6% la loro incidenza) sono l’unica forma giuridica in crescita (+4,4%), confermando un trend in atto negli ultimi trimestri e una dinamica superiore a quella regionale. Le imprese artigiane attive al 30 settembre 2018 sono 9.668, pari al 28,1% del totale delle imprese attive (31,5% Emilia-Romagna, 25,3% Italia). In termini tendenziali esse si sono ridotte dello 0,6% (Emilia-Romagna -1,0; Italia -1,2%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento