menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Che impresa vuoi fare da grande?” Premiati gli studenti del Liceo Serpieri

Obiettivo del progetto, che continua la positiva esperienza delle sette edizioni di “Che impresa vuoi fare da grande?”, è far conoscere agli studenti il mondo dell'impresa

Gli studenti del Liceo Serpieri di Rimini, sostenuti dal tutor del gruppo giovani imprenditori di Confindustria Rimini, l’imprenditrice Maria Teresa Colombo, hanno ricevuto un importante riconoscimento nell’ambito di “crei-amo l’impresa” il progetto promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna e dall’Ufficio Scolastico Regionale in collaborazione con Alma Laurea.

Obiettivo del progetto, che continua la positiva esperienza delle sette edizioni di “Che impresa vuoi fare da grande?”, è far conoscere agli studenti il mondo dell'impresa e avvicinarli alla cultura d’impresa e all'autoimprenditorialità.  Ogni classe ha ideato e lavorato intensamente ad un’idea d’impresa, coordinata da un docente coordinatore e costantemente seguita da uno o più giovani imprenditori nel ruolo di business angel.

La cerimonia di premiazione che si è svolta, martedì nella sede di rappresentanza di Carisbo, ha visto la partecipazione di 80 studenti di otto istituti ad indirizzo artistico dell’Emilia-Romagna accompagnati da docenti e giovani imprenditori.  I giovani riminesi del Liceo Serpieri di Viserba di Rimini, hanno ricevuto una menzione speciale per la realizzabilità del progetto con l’idea VEGE-TABLES: una catena di fast food con prodotti esclusivamente vegetariani, cucinati con ricette tradizionali e prodotti a km zero, con particolare attenzione alla clientela dei più piccoli.

Gli studenti riminesi per l’elaborazione del Progetto sono stati seguiti dai loro docenti e dall’imprenditrice Maria Teresa Colombo in rappresentanza del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Rimini.

“Pur nella drammaticità di questi giorni, abbiamo deciso di mantenere la premiazione prevista –  ha sottolineato la Presidente regionale dei Giovani imprenditori Giorgia Iasoni –perché proprio in momenti come questi è fondamentale lanciare messaggi di fiducia. Investire sui giovani e sulla scuola equivale ad investire sul futuro. Il futuro che desideriamo per questi territori così duramente colpiti, e per il quale ci stiamo tutti impegnando, è un futuro manifatturiero, ricco di know-how e lavoro, che continui ad offrire ai giovani e alle famiglie opportunità di crescita e di benessere”.


Il concorso è stato vinto dagli studenti del’Istituto Venturi di Modena con il progetto MY HANDY CART: un’azienda che produce e commercializza un carrello per la spesa in grado di essere caricato e scaricato dal bagagliaio di un’auto per eliminare lo sforzo di spostare i sacchi della spesa più volte dal negozio all’auto e dall’auto a casa. La cerimonia della premiazione è stata condotta dal Presidente regionale dei Giovani Imprenditori Giorgia Iasoni e dalla coordinatrice del progetto Maria Sole Campanini. All’incontro sono intervenuti la Dirigente Scolastica Lucia Leggieri in rappresentanza  dell’Ufficio Scolastico Regionale e il Direttore del Consorzio Interuniversitario di AlmaLaurea Andrea Cammelli, Maria Teresa Colombo, delegato regionale del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Rimini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento