Concessioni balneari nella tutela delle imprese e del turismo

Approvato all'unanimità anche l'ordine del giorno "concessioni marittime ad uso turistico‑balneare‑ricreativo"

Nel contesto di un quadro legislativo sul fronte del riassetto istituzionale in forte cambiamento soprattutto per le Province, si colloca il percorso di rivisitazione delle partecipazioni associative dell’Ente (interesse generale, analisi costi/benefici, qualità e modalità partecipative, opportunità e grado di sostenibilità della partecipazione), che ha portato martedì  il Consiglio, con voto unanime, a recedere dalle associazioni Santarcangelo dei Teatri e Riccione Teatro.

Analogamente, la Provincia di Rimini esercita il diritto di recesso dalle associazioni Qualitambiente e Camina. Anche questo provvedimento è stato approvato all’unanimità.

Approvato all’unanimità anche l’ordine del giorno “concessioni marittime ad uso turistico‑balneare‑ricreativo", presentato dalla 4^ commissione consiliare, che mira alla salvaguardia dell’attività delle PMI turistico-ricreative e a tutelare la loro tipicità di servizio riconoscendone i valori economici d’impresa acquisiti coniugati al rilascio delle concessioni.
    
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento