"Prevenzione incendi nelle strutture ricettive": focus a Rimini

E' valutata inferiore al 15%, su oltre 4.000 alberghi in regione, la percentuale di imprese che non hanno ancora le condizioni per essere in regola con gli adeguamenti di prevenzione incendi

Albergatori e Tecnici esperti del settore, delle Province di Rimini, Forlì/Cesena e Ravenna, hanno partecipato numerosi al convegno sulla “Prevenzione incendi nelle Strutture ricettive – Le novità normative”, promosso da Federalberghi Emilia Romagna insieme all’AIA di Rimini e Federalberghi Nazionale, che si è svolto mercoledì a Rimini. Alla presenza di dirigenti dei Vigili del Fuoco e di rappresentanti delle categorie economiche, è stato fatto il punto sulla normativa di prevenzione incendi per gli alberghi e sulle scadenze di adeguamento alla normativa.

E’ valutata inferiore al 15%, su oltre 4mila alberghi in regione, la percentuale di imprese che non hanno ancora le condizioni per essere in regola con gli adeguamenti di prevenzione incendi. “Questo dato – afferma Alessandro Giorgetti, presidente di Federalberghi Emilia Romagna – conferma come i nostri albergatori abbiano investito, anche con ingenti risorse, per adeguarsi ad una normativa particolarmente stringente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso del Convegno è stata ribadita l’ultima scadenza del 31 ottobre, fissata dal Decreto mille proroghe, per consentire la definitiva ultimazione dei lavori, termine che riguarda però solo le strutture che siano in possesso dei requisiti per l’ammissione al piano straordinario di adeguamento antincendio. “La Federalberghi a tutti i livelli ha fatto molto in questi mesi - interviene Patrizia Rinaldis, presidente dell’associazione albergatori di Rimini - per sensibilizzare la categoria al rispetto degli obblighi di legge”. “Ora spetta alle imprese adeguarsi – conclude Giorgetti - in vista della scadenza di ottobre e sarà molto difficile ottenere nuove dilazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento