Crescita economica del pianeta, il Premio Nobel per l'Economia Michael Spence a Rimini

L’economista, uno dei più influenti al mondo, con i suoi scritti ha suscitato molto clamore, richiamando i meccanismi che conducono verso un mondo più ricco, interdipendente e multipolare, trainato da nuove potenti locomotive economiche

Un premio Nobel a Rimini non è notizia di tutti i giorni. Lunedì, alle 18, al Centro Congressi SGR, lo statunitense Michael Spence sarà uno dei protagonisti della due giorni dedicata allo studio delle economie mondiali, ai loro ritmi di crescita e alle criticità che si prevedono. Spence in particolare, Nobel per l’Economia nel 2001, è autore del libro 'The Next Convergence: The Future of Economic Growth in Multispeed World'. L’economista, uno dei più influenti al mondo, con i suoi scritti ha suscitato molto clamore, richiamando i meccanismi che conducono verso un mondo più ricco, interdipendente e multipolare, trainato da nuove potenti locomotive economiche.

La prima giornata, lunedì, sarà introdotta da un ricordo di Luciano Chicchi, che volle fortemente a Rimini questo centro indipendente di studi economici, sostenendolo tramite UNI.RIMINI e la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Sostegno che prosegue tuttora. Oltre all’accoglienza dei duecento iscritti, il Centro ha voluto rendere disponibili i contenuti delle giornate agli studenti di Economia del Campus di Rimini, che potranno assistere gratuitamente previa registrazione. “Il prestigio degli economisti che conducono l’attività del centro di ricerca, riuniti in un comitato scientifico guidato dal Prof. Gianluigi Pelloni, oltre all’altissimo profilo dei relatori che frequentano le giornate – commenta Gianluca Spigolon, presidente di ‘The Rimini Centre for Economic Analysis’ – consegnano a Rimini una preziosa opportunità, quella di essere un autorevole polo internazionale per lo studio degli scenari economici futuri. Il Centro vuole infatti offrire un contributo all'avvio e allo sviluppo della ricerca di avanguardia a Rimini, da concretizzarsi con ricadute su aspetti operativi per il territorio. Per questo abbiamo deciso per l’ingresso gratuito degli studenti universitari della facoltà di Economia e quindi favoriremo iniziative per condividere l’alto contenuto dei lavori con la comunità economica”. Il programma completo è disponibile online: www.rcfea.org

Il Centro di Ricerca Economica di Rimini “The Rimini Centre for Economic Analysis” (RCEA) è una associazione privata non-profit, che svolge attività di ricerca scientifica indipendente nell’ambito dell’economia applicata, della teoria economica e dei connessi campi di ricerca. Il Centro, presieduto dall’Avv. Gianluca Spigolon, ha sede a Rimini, dove alcuni dei suoi soci fondatori e degli suoi ricercatori hanno speciali legami. Il RCEA nasce dalla collaborazione tra economisti italiani, economisti canadesi e un gruppo di eminenti soci fondatori provenienti dalle amministrazioni pubbliche e dal mondo della finanza e dell’industria. L’attività di ricerca portata avanti presso il RCEA mira a contribuire al dibattito scientifico e pubblico in ambito economico, e non a perseguire particolari obiettivi di natura economica, politica o sociale. Attualmente il RCEA è composto da più di 50 ricercatori e la conferenza si tiene con cadenza biennale, alternativamente in Italia e in Canada, in collaborazione con le istituzioni italiane e canadesi. I lavori scientifici dei ricercatori associati al RCEA sono pubblicati nella collana ‘RCEA Working Papers’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento